Condividi

IN PRIMA LINEA. NON TUTTI SANNO CHE IL MARCHIO OMEGA FU UNO TRA I PIU’ IMPORTANTI FORNITORI DI OROLOGI MILITARI DURANTE LE DUE GUERRE MONDIALI CHE SEGNARONO IL 20IMO SECOLO.

Omega, grazie alla precisione riconosciuta ai suoi orologi e alla capacità di consegnare in tempi brevi importanti quantità di orologi da tasca così come da polso, divento’, allo scoppio della Prima Guerra Mondiale, il primo fornitore di segnatempo del Ministero della Difesa della Gran Bretagna (MoD) così come degli alleati.

In particolare, i cronografi da polso Omega divennero, durante la Prima Guerra Mondiale, uno strumento essenziale per gli ufficiali in comando. Essi, cronometrando la differenza esatta tra il lampo e il suono del fuoco opposto, erano infatti in grado di stabilire la distanza del nemico (un’informazione alquanto importante nell’atto della pianificazione un attacco).

Durante la Seconda Guerra Mondiale, il marchio consegnò invece al MoD più di 110.000 orologi per navigatori, piloti e soldati dell’Air Force e della Marina. Numeri alla mano, questo significa che più del 50% degli orologi svizzeri consegnati alla Gran Bretagna durante la guerra provenivano da un’unica azienda, Omega, mentre tutti gli altri marchi si dividevano il rimanente 50%.

Tra i segnatempo Omega da ricordare segnaliamo l’CK2129, l’UK/CK2292 e il CK2444.

Il CK2129 (indossato da Tom Hardy nel nuovo film “Dunkirk” diretto da Christopher Nolan) fu l’orologio Omega più indossato dal personale della RAF nei primi giorni della Seconda Guerra Mondiale. All’inizio della Guerra ne furono consegnati al MoD 2.000 esemplari. Caratterizzato da un quadrante color cremanumeri arabi e lancette a “pera”, questo segnatempo poteva contare su di una ghiera rotante che, oltre a poter essere bloccata dalla seconda corona in modo da evitare che il tempo non fosse alterato da urti accidentali, consentiva di cronometrare specifici intervalli di tempo.

Il modello UK/CK2292, l’orologio Spitfire, venne fornito alla maggior parte del personale della RAF e della Fleet Air Arm. Al suo interno montava l’innovativo calibro 30mm che, oltre ad aver stabilito diversi record di precisione, era all’epoca il più resistente al magnetismo grazie ad una nuova lega con la quale veniva realizzata la molla del bilanciere.

Il CK2444, era invece un orologio da immersione che venne impiegato durante la fine della Seconda Guerra Mondiale. Il marchio Broad Arrow, tipico dei militari britannici, era inciso sia sul quadrante sia sul fondello. Su quest’ultimo erano incise anche le lettere w.w.w.(Waterproof Wrist Watch).

2017© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Nata e cresciuta a Milano, dopo gli studi linguistici ha maturato numerose esperienze nei settori della moda e dell’editoria. La passione per i viaggi, per il bello e per tutto ciò che rende speciale l'universo del "bien vivre", l’hanno portata a trasformarsi in una deliziosa e tagliente “penna” dal tocco creativamente poetico nel mondo della Dolce Vita, degli orologi meccanici e delle auto.