Condividi

LA GRANDE SCOMMESSA. SI INSERISCE TRA LA MEGANE BERLINA E LA TALISMAN, CONFIGURANDOSI COME UNA VERSIONE “MIGNON” DI QUEST’ULTIMA. NON E’, A DISPETTO DEL NOME, UN MODELLO SPORTIVO: INSEGUE CHI CERCA UN PRODOTTO RICERCATO PER IL DESIGN E PER IL COMFORT, SOPRATTUTTO NELL’AREA POSTERIORE (LE MOTORIZZAZIONI, INFATTI, NON SONO ESASPERATE). OFFRE UN GRANDE VANTAGGIO, IN TERMINI DI PREZZO, RISPETTO ALLA MEGANE BERLINA: 500 EURO IN PIU’ PER RIVOLGERSI A UN PRODOTTO PIU’ STYLISH E RAFFINATO. PROVIAMO LA dCi 110 CV E LA dCi 130 CV: TRANQUILLO IL PRIMO, PIU’ “PRESENTE” IL SECONDO. LE IMPRESSIONI DI GUIDA, IL LISTINO PREZZI COMPLETO.

Non esiste, per le berline coupé, un vero e proprio segmento ma siamo ancora nell’ambito della nicchia (sua principale concorrente sarà la Volkswagen Arteon). L’italia stessa è un uno dei pochi Paesi Europei in cui la Renault Megane Grand Coupé verrà commercializzata. Non è una vettura tradizionale, è un modello elegante che non ricerca anche il valore della sportività a dispetto del suo nome seducente.

Insegue lo stile, le linee fluide, l’abitabilità di una grande berlina, una dotazione tecnologica di alto livello (sistema Multisense con 5 configurazioni, frenata di emergenza attiva, cruise control adattivo, rilevatore di stanchezza, segnale superamento di corsia, sensori di parcheggio ant. e post. con telecamera in coda, head-up display, hill assist, sistema keyless) ma non ha velleità da grande stradista. E’ lunga 4.362 cm, contro i 4.359 della Megane Berlina (più corta, quindi, di 27 centimetri, 23 dei quali concentrati nello sbalzo posteriore) e i 4.848 della Talisman. Eredita gli elementi stilistici della famiglia Megane ma propone una linea molto più filante, creando un’identità visuale molto più raffinata grazie alle proporzioni inedite. E, nello stesso tempo, possiede il baule più spazioso della categoria (550 litri).

LA GAMMA

La Renault Megane Grand Coupé è proposta con sole 3 motorizzazioni: benzina TCe da 130 Cv (solo con cambio doppia frizione EDC a 7 marce), Turbodiesel dCi da 110 (meccanico a 6 marce o EDC a 6 marce) o 130 Cv (meccanico a 6 marce). Disponibili
solo due allestimenti: Zen o Intens.

La sua forza è nel vantaggio cliente di oltre 1.000 euro ma che Renault traduce in un sovrapprezzo di soli 500 Euro rispetto alla Megane Berlina. Confrontata con la Megane hatchback di pari allestimento (Zen o Intens), la versione Grand Coupé è equipaggiata, in più, con:

– Tetto apribile elettrico
– Vetri privacy
– Climatizzatore automatico bi-zona
– Schermo centrale più grande (7″ – 8,7″)
– Cerchi maggiorati di 1″ (17″ sulla Zen, 18″ sulla Intens)

IMPRESSIONI DI GUIDA

Proviamo le versioni con il motore Turboiesel, quelle che senza dubbio andranno
ad incontrare i maggiori favori del pubblico.

MEGANE GRAND TOUR 1.5 dCi 110 Cv. Il carattere di questa versione è certamente votato al comfort e a una condotta di guida fluida e senza strappi. Il 1.5 ha una discreta dotazione di coppia, 260 Nm disponibili a 1.750 giri. E’ un motore “tuttofare”, che raggiunge tutti gli obbiettivi (economicità, buona ripresa, erogazione) ma non ama essere strapazzato da un piede pesante. Ciononostante nella guida autostradale ha un buon allungo. Gli highlights della Megane Grand Tour dCi 110 Cv sono, dunque, il comfort di marcia, l’ottima acustica anche a velocità elevate e il strong>funzionamento dolce e delicato del cambio EDC a doppia frizione (il quale, infatti, nell’utilizzo più sportivo soffre di un certo ritardo nei cambi marcia). Nella configurazione “SPORT” del sistema Multisense possiede qualche spunto in più grazie alla tendenza a tenersi alto di giri. Il limite sta nell’esigenza di dover lavorare di più con il cambio per potenziare la spinta. Tuttavia la mancanza di paddle al volante per la gestione delle cambiate è l’implicita dichiarazione che la Grand Coupé non è un’auto sportiva. Il consumo medio complessivo è stato di 6,4 l/100 km, un valore non basso ma che testimonia come, su questa versione, sia stato necessario, “lavorare” maggiormente per trovare per scoprire le prestazioni della macchina.

MEGANE GRAND COUPE’ 1.6 dCi 130 Cv. E’ lo stesso propulsore già provato su Megane berlina e sulla Talisman dei test drive precedenti e si segnala come il più potente disponibile su questo modello. Proviamo la versione (unica disponibile) con il cambio meccanico a 6 marce (già segnalato per la buona manovrabilità ma ha una corsa troppo lunga). E’ decisamente “un altro motore” , che in tutte le situazioni ha un carattere molto più frizzante. Si avverte distintamente la maggiore coppia disponibile (ben 320 Nm a 1.750 giri) e la convincente capacità di ripresa anche nelle marce alte. Sul misto veloce possiamo tranquillamente “dimenticarci” il cambio in quarta marcia. In quinta o sesta marcia comincia a proporsi con una ripresa interessante a partire da 1.400 giri, nei intorni del picco di coppia. In autostrada questo propulsore si utilizza tranquillamente in sesta perché consente una buona ripresa anche sotto i 100 km/h. Il consumo medio misurato (guida soprattutto in autostrada, è stato di 5,5 l/100 km).

IL LISTINO PREZZI

Renault Megane Grand Coupé TCe 130 Cv EDC ZEN: 24.450 €
Renault Megane Grand Coupé TCe 130 Cv EDC INTENS: 26.150 €
Renault Megane Grand Coupé dCi 110 Cv ZEN: 23.550 €
Renault Megane Grand Coupé dCi 110 Cv INTENS: 25.250 €
Renault Megane Grand Coupé dCi 110 Cv EDC ZEN: 25.150 €
Renault Megane Grand Coupé dCi 110 Cv EDC INTENS: 26.850 €
Renault Megane Grand Coupé dCi 130 Cv ZEN: 24.800 €
Renault Megane Grand Coupé dCi 130 Cv INTENS: 26.500 €

2017© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.