Condividi

HOLY TRINITY. VILLA ERBA OSPITERÀ LA CONSUETA ASTA DA RM SOTHEBY’S DOVE VERRANNO OFFERTE VETTURE PIÙ UNICHE CHE RARE: P1, LAFERRARI, 918, 911R, TDF, ENZO, F40, RSR, 507 E VARIE SCAGLIETTI, TOURING, GHIA E ZAGATO. E’ FORSE QUESTO IL PARADISO PER UN MULTIMILIONARIO IN CERCA DI RIEMPIRE IL PROPRIO GARAGE CON AUTO RARE? SICURAMENTE SÌ!

Ogni anno il Concorso d’Eleganza Villa d’Este ospita migliaia di appassionati che provengono da ogni parte del mondo, chi per portare auto uniche in esposizione, chi semplicemente per osservare tale magnificenza. Quest’anno però c’e’ un ulteriore motivo per presenziare a questo importante concorso: ritorna infatti l’asta promossa da RM Sotheby’s e con essa un parco vetture  (che verrà battuto all’asta) decisamente poco comune e tra i più importanti di quest’anno.

Oltre alla già citata e rara Porsche 911 RSR con soli 10 “Factory Km” all’attivo (che la rendono quindi brand new di fatto), per la prima volta sarà battuta la così detta “Hypercar Holy Trinity”, ovvero Ferrari LaFerrari, Porsche 918 e una McLaren P1 (in versione GTR, una delle 27 convertite ad uso stradale – stradale! – sulle sole 58 prodotte).

Se la Mercedes-Benz 680 S Torpedo-Sport Avant-Garde by Saoutchik detiene la maggiore previsione di vendita (tra 6,5 e 8 milioni di Euro) molto interesse susciteranno senza dubbio la Talbot-Lago T150-C SS ‘Goutte d’Eau’ Coupé by Figoni et Falaschi (3,2 – 3,8 milioni di Euro; design a goccia fuori dal tempo, unico di 2 prodotti ad essere mai stato messo in vendita ad un’asta) e la Bugatti Type 57 Atalante Prototype by Carrosserie Bugatti (2,8 – 3,2 milioni). Ma “nel santo terzetto” è la P1 GTR quella maggiormente accreditata per una vendita multimilionaria al momento (prezzo compreso tra i 3,2 e i 3,6 milioni), forte della sua esclusività e dei pochi Km percorsi (solo 360).

La Ferrari LaFerrari resta comunque tra le più desiderate per i collezionisti, specie se con soli 200 Km all’attivo come l’esemplare proposto, di immatricolazione italiana per altro. Che sia stata una abile mossa commerciale? Forse, visto che il valore stimato si aggira tra i 2,75 e i 3,2 milioni. Questo dovrebbe però far rivedere a Ferrari il sistema di vendita di tali vetture esclusive.

La regina di Stoccarda, la 918 adornata con Weissach Package in uno stupendo Arrow Blue, invece rispecchia appieno il motto di “car has to be driven” con 11.000 Km percorsi ed una ipotesi di vendita che oscilla tra i 1,2 e gli 1,4 milioni di euro.

Se queste 3 vetture sicuramente rappresentano l’apice raggiunto da queste case, non meno importanti sono modelli in edizione limitata che saranno presenti, primi tra tutti una stupenda Ferrari F12TDF in colorazione ‘Extracampionario’ Blu Swaters e una 911R (911 esemplari prodotti, tutti sold out prima della produzione).

Ferrari grande protagonista con alcune “immancabili” del passato, come una Enzo in colorazione Rosso Scuderia e una F40, da sempre nelle mani dello stesso proprietario italiano, ma anche 365 GTB/4 Daytona Berlinetta appartenuta alla Principessa Shams Pahlavi dell’Iran.

Perle rare e sorprese (forse anche nelle vendite) sono garantite dalla presenza di un paio di Aston Martin by Zagato: un’esemplare di Aston Martin V8 Vantage Zagato e Aston Martin V8 Vantage Volante Zagato, quest’ultima unico esemplare a lasciare la factory inglese con guida a sinistra.

Per finire, tra le altre che non citiamo ma che non sono meno degne di attenzione, una BMW 507 Roadster del 1957, singolo proprietario da oltre 50 anni e 73.000 Km percorsi, totalmente originale anche negli interni. Certo non una cosa che si vede tutti i giorni, specie su una macchina prodotta in soli 252 esemplari.

Gli appassionati di vetture da rally, infine, potranno dare vita a un appassionante duello: presenti tra i lotti all’incanto, infatti, una Lancia Delta S4 (solo 200 prodotte) e una Audi Quattro Sport Passo Corto (una di sole 164 stradali costruite).

2017© RIPRODUZIONE RISERVATA