Condividi

SFERICAMENTE CURVO. NON CI SONO CONFINI SE NON QUELLI CHE TI CREI TU. POTREBBE ESSERE QUESTO IL “WAY OF THINKING AND LIFE” DI MAX BUSSER CHE, CON LE SUE CREAZIONI MECCANICHE, VERE E PROPRIE OPERE D’ARTE, CI HA ABITUATI A PENSARE OLTRE L’IMMAGINABILE. PER LA SERIE: SE PUOI IMMAGINARLO, PUOI CREARLO. AL SIHH 2107, IL SALOTTO BUONO DELL’ALTA OROLOGIERIA PER ECCELLENZA, MB&F CI HA CONQUISTATI CON UN ALTRO INCREDIBILE SEGNATEMPO SPECIAL EDITION DECLINATO CON CASSA IN TITANIO GRADO 5 (33 PEZZI) O ORO ROSSO 18KT (66 PEZZI): L’HOROLOGICAL MACHINE NR.7 AQUAPOD.

Osservi l’MB&F Horological Machine N°7 “Aquapod” e subito la tua mente inizia a spaziare portandoti indietro nel tempo facendoti ricordare letture adolescenziali come Ventimila leghe sotto i mari di Jules Verne. Inizi a immaginare il silenzio delle profondità marine, a visualizzare quell’oscurità dove solo poche creature viventi sono in grado di abitare e, a un tratto, eccolo comparirti davanti l’HM7 Aquapod. Non è un sogno, è realtà. Ecco così concretizzata la magia di chi, come Maximilian Büssersa osare trasformando sogni meccanici in qualcosa di tangibile e reale.

L’MB&F Horological Machine N°7 “Aquapod”, che ricorda nelle linee una medusa, è impermeabile fino a 50 metri. E’ proposto in due versioni, entrambe realizzate in un’edizione limitata: con cassa in oro rosso 18kt 5N con lunetta in ceramica nera (66 esemplari, 110.000 euro + iva) e con cassa in titanio di grado 5 con lunetta in ceramica blu (33 esemplari, 92.000 euro + iva).

La cassa dall’architettura sferica, praticamente un “sandwich 3D” (53,8 mm x 21,3 mm) composto da 95 elementi, comprende due semi cupole in vetro zaffiro antiriflesso ambo i lati su di una carrure in metallo. Tra queste due sezioni è presente una doppia corona: si agisce su quella di destra per impostare l’ora mentre quella di sinistra serve a caricare il movimento.

La particolarità della lunetta girevole unidirezionale in ceramica incurvata e lucidata a specchio è che, a differenza dei tradizionali orologi da immersione, non è attaccata alla cassa ma galleggia, al pari di un salvagente, come sospesa all’esterno della cassa. Sulla lunetta sia i numeri sia gli indici sono stati prima incisi al laser nella ceramica poi le due sezioni incise sono state riempite con titanio metallizzato.

La caratteristica principale del movimento in-house dell’HM7 Aquapod (303 elementi, 18.000 a/h) è quello di avere tutti i propri elementi disposti verticalmente e montati concentricamente intorno all’asse centrale. Non si tratta di una vera e propria novità in quanto movimenti sferici e tridimensionali animavano già gli orologi a cipolla da taschino nel 700. Nel caso dell’HM7, l’energia si propaga dal rotore, collocato in fondo al movimento, fino al regolatore del tourbillon volante, in cima, attraverso gli ingranaggi che fungono da scalini permettendo al moto di passare da un livello al successivo.

L’orologio dispone di un tourbillon volante centrale 60 secondi che regola il movimento generato dal rotore a carica automatica che ricorda i tentacoli di una medusa e lo trasforma nella visualizzazione dell’ora. I tentacoli del rotore, dalle linee curve e tridimensionali, sono scolpiti a partire da un solido blocco di titanio leggero. Sotto di essi, una massiccia massa in platino assicura la potenza e l’efficienza della carica (72 ore).

Le ore e i minuti sono visualizzati, intorno alla periferia del movimento, su due dischi sferici in alluminio e titanio sostenuti da cuscinetti a sfera in ceramica XL che ne consentono una rotazione con un coefficiente di attrito molto basso. I numeri e gli indici di ore e minuti sono dipinti a mano e riempiti con SuperLumiNova.

Grazie a tre pannelli luminescenti in AGT Ultra (Ambient Glow Technology), che circondano la parte interna del meccanismo, è possibile ammirare il tourbillon illuminato di notte.

Il cinturino è in gomma fluorocarbonica FKM 70 (durezza Shore A) di colore nero con fibbia pieghevole abbinata al materiale della cassa.

2017© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Nata e cresciuta a Milano, dopo gli studi linguistici ha maturato numerose esperienze nei settori della moda e dell’editoria. La passione per i viaggi, per il bello e per tutto ciò che rende speciale l'universo del "bien vivre", l’hanno portata a trasformarsi in una deliziosa e tagliente “penna” dal tocco creativamente poetico nel mondo della Dolce Vita, degli orologi meccanici e delle auto.