Condividi

TU MI COMPLETI. STILE MISURATO, FRONTALE ESPRESSIVO E POSTERIORE INASPETTATAMENTE PERSONALE: LA RENAULT MEGANE HATCHBACK E’ DIVENTATA UNA CONCRETA AVVERSARIA DELLE TEDESCHE. IL MOTORE 1.6 TURBODIESEL HA POTENZA E COPPIA MA CONSUMA POCO. MIGLIORABILE IL CAMBIO A 6 MARCE E LE PLASTICHE DELL’ABITACOLO.

Dall’ultimo modello il salto di qualità è stato elevato: la nuova Renault Megane è diventata un’automobile espressiva, sia nel frontale, sia in coda. E ha raggiunto la maturità definitiva: ha acquisito quella personalità “completa” che le è sempre mancata e quel contenuto di prodotto (qualità percepita, equipaggiamento) che, fino a oggi, ha portato a preferire, quasi in una sorta di laconica realtà dei fatti, le tedesche.

Monta il motore 1.6 con 130 cavalli di potenza e 320 Nm di coppia massima a 1.750 giri. L’allestimento BOSE aggiunge il plus di un allestimento raffinato con un impianto stereo studiato in collaborazione con BOSE.

DESIGN

Complessivamente, a livello di design e di immagine, la Megane acquisisce una personalità molto più razionale, meno naif e anticonformista. Ha forme leggermente più geometriche e in stile con i principi formali tipici di una hatchback del segmento C. Il frontale della Megane GT conserva la grande calandra a “gaussiana rovesciata” e la gigantesca losanga centrale. Nuovi, invece, i fari con l’originale forma dei led diurni. La parte inferiore, con la presa d’aria centrale e i (finti) ingressi laterali di forma trapezoidale aggiungono indubbio fascino sportivo.

Sulla fiancata si apprezza la forma sinuosa del fianchetto anteriore che “scopre” alla vista i fari, il rientro inferiore nella parte bassa del profilo e la rotondità della coda, dove spiccano il piccolo lunotto e il grande spoiler. Il posteriore ha una spiccata personalità, qualità rara in un’automobile di questi tempi.

ABITACOLO

Ritroviamo anche la strumentazione Renault già vista su Talisman ed Espace con lo schermo centrale completamente digitale (indicatore carburante a sinistra, liquido di raffreddamento a destra) e configurabile in diverse colorazioni e stili secondo il programma di guida impostato attraverso il sistema Multisense: dalla marcia ECO (con colori verdi e, ad esempio, contagiri con zona di massima economicità ben evidenziata) alla configurazione SPORT (con accenti rossi che scaldano l’atmosfera).

Esattamente come su Espace e Talisman, la Megane integra al centro della plancia un grande schermo con più livelli e da utilizzarsi come un Tablet. E’ ricco di funzionalità e di controlli: su questo esemplare, in particolare, comanda l’impianto audio, il climatizzatore bizona, il navigatore satellitare il computer di bordo e, se presente, il massaggio per i sedili.

L’abitacolo, naturalmente, si presenta con una dotazione inferiore rispetto alle ammiraglie ma ne conserva tutte le caratteristiche, con alcuni controlli ricollocati in una diversa posizione. Ritroviamo le sedute confortevoli e le schienale dotato di imbottiture adeguate al corretto contenimento del torace. La posizione di guida si può configurare secondo le esigenze (il volante ha una lunga escursione in altezza e profondità) ed è corretta per tutte le posture, anche le più “esigenti” (come la nostra: sedile abbassato, volante rialzato). La leva del cambio ha una distanza ottimale dal volante e, come sulla Talisman, conserva buona manovrabilità ma l’escursione della leva è troppo ampia per un’auto che, con 130 Cv e un buon carico di coppia, “inizia” a essere anche divertente da guidare con una certa enfasi sulle prestazioni.

IMPRESSIONI DI GUIDA

Il motore dCi 130 Cv, particolarmente silenzioso, si propone come la scelta più naturale per ottemperare a esigenze “multilivello” in questo segmento di mercato: propulsore elastico (sia per erogazione, sia per carattere) e basso consumo, assetto soprattutto confortevole – non sportivo. Ne risulta un comportamento che, complessivamente, è sintesi di equilibrio. La modalità Eco privilegia un’erogazione molto dolce e progressiva, da sfruttarsi in assetto di “obbiettivo economicità”. All’altro capo delle scelte è possibile optare per la funzionalità Sport (con strumentazione e illuminazione rossa) che trasforma sterzo (più rigido), acceleratore (più pronto) e sonorità del motore (attraverso il sistema audio interno).

Con il set-up più sportivo la Megane diventa più interessante, soprattutto nella fascia compresa tra 1.400 e 3.500 giri. E’ in questo arco che la coppia veste di garbata sportività il 4 cilindri 1.6 (ci sono ben 320 Nm a disposizione). Non vale altrettanto per l’assetto (che mantiene – anzi evidenzia – la sua taratura maggiormente orientata al comfort; sullo sconnesso, infatti, gli ammortizzatori assorbono bene ma in altre situazioni si avverte una certa sensazione di galleggiamento) e lo sterzo. Quest’ultimo in particolare, meriterebbe di essere ancora più diretto. Perché, comunque, gli inserimenti in curva sono veloci e in uscita, con il propulsore in coppia, si può apprezzare la spinta. Di contro è senza dubbio positivo il responso del telaio e della frenata, quest’ultima potente e duratura.

CONCLUSIONE

La Megane Berlina Bose con motore da 130 Cv, 27.550 euro chiavi in mano, è l’ultimo livello per chi cerca una Megane soprattutto confortevole e compatta ma, all’occorrenza, con la capacità di prodursi in qualche slancio interessante.

SCHEDA PRODOTTO


MOTOREAnteriore, trasversale, 4 cilindri in linea
cilindrata1.598 cc
AlimentazioneIniezione diretta Common-rail
DistribuzioneBialbero a camme in testa, 16 valvole
Potenza130 Cv a 4.000 giri
Coppia320 Nm a 1.750 giri
CORPO VETTURA
Sospensioni ant.McPherson
Sospensioni post.Ruote interconnesse
SterzoCremagliera con servosterzo
Pneumatici205/50 R17 93V
Impianto freni4 dischi, ABS, ESP
TRASMISSIONE
TrazioneAnteriore
Cambio6 marce + RM
DIMENSIONI E PESI
DimensioniLungh. 436 cm, largh. 181 cm, alt. 145 cm
Volume baule384 – 1247 litri
Peso a secco1.393 kg
Serbatoio47 litri
PRESTAZIONI
0-100 km/h10″
Velocità max.198 km/h
ConsumoUrbano 4,7 l/100 km, extraurbano 3.6 l/100 km, misto 4 l/100 km
Emissioni103 g/km di Co2


EQUIPAGGIAMENTO DI SERIE
ABS con assistenza alla frenata di emergenza AFU
Accensione automatica dei fari e tergicristalli
Airbag Frontale conducente e passeggero (disattivabile)
Airbag laterali a tendina anteriori e posteriori
Alzacristalli anteriori elettrici impulsionali
Alzacristalli posteriori elettrici impulsionali
Bose Sound System
Cerchi in lega da 17” black diamond CELSIUM
Chiusura automatica delle portiere con auto in movimento
Climatizzatore automatico bi-zona
Consolle centrale alta
Cruise control
Easy Access System II
Fari fendinebbia
Freno di stazionamento elettronico
Full LED PURE VISION
Hill Start Assist
Kit riparazione pneumatici
LED Day Running Edge Light con firma luminosa C-Shape
Privacy Glass
Quadro strumenti con effetto 3D Color Matrix, analogico / digitale
Radio System (R0-15) con schermo da 4,2” e presa USB
Renault Multi-Sense con Ambient Lighting
Retrovisore interno fotocromatico
Retrovisori con sensore di temperatura ripiegabili elettronicamente
Riconoscimento della segnaletica stradale con allerta di superamento limite
R Link2: sistema di navigazione con touchscreen capacitivo 8,7” comprensivo di 2 prese USB e cartografia Europa
Sedile conducente con massaggio
Sedile conducente con regolazione in altezza/lombare. Comprensivo di tasca marsupio
Sedili posteriori ribaltabili 1/3 – 2/3
Selleria misto tessuto/ecopelle specifica BOSE
Sensori di parcheggio anteriori
Sensori di parcheggio posteriori
Sensori di pressione pneumatici
Sistema di ancoraggio ISOFIX
Sistema elettronico di controllo della stabilità ESC (ESP)
Stop&Start
Visio System (intelligent Keep Line Assistant)
Volante in pelle Nappa pieno fiore
Welcome Sequence/Bye Bye Sequence


Distanza complessiva percorsa: 950 chilometri
Consumo medio (autostrada 136 km/h): 5,9 l/100 km
Consumo medio (autostrada 130 km/h): 5,3 l/100 km
Consumo medio (autostrada 110 km/h): 4,2 l/100 km
Consumo medio (90 km/h): 3,5 l/100 km
Consumo medio (urbano): 4,8 l/100 km
Consumo medio complessivo: 5,1 l/100 km

2017© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.