Condividi

100% CUSTOM E COMPROMESSI ZERO SULLA QUALITA’. OTAM, CANTIERE NAUTICO ITALIANO “SPECIALISTA IN VELOCITA'” DA 60 ANNI (80% DI CLIENTI RIPETITIVI PROVENIENTI PER LO PIU’ DAL BEL PAESE E DAL NORD EUROPA – AUSTRIA E GERMANIA IN PRIMIS) E CONOSCIUTO PER LE SUE CARENE IN RESINA VINILESTERE E ARAMAT IN GRADO DI GARANTIRE ALTE VELOCITA’ ANCHE CON MARE FORMATO IN SICUREZZA E COMFORT, STA ULTIMANDO NEL PROPRIO CANTIERE A GENOVA, L’OTAM SD35, LA SUA PRIMA UNITA’ DELLA LINEA CUSTOM RANGE SEMI-DISLOCANTE IN ALLUMINIO. LUNGO 35 METRI, LARGO 7,80 E DISTRIBUITO SU 3 PONTI, IL 35 M/Y GIPSY, COSI’ E’ STATO BATTEZZATO DALL’ARMATORE ITALIANO, YACHT DAL PESCAGGIO RIDOTTO E BATTENTE BANDIERA ITALIANA, DEBUTTERA’ IN ANTEPRIMA MONDIALE AL PROSSIMO MONACO YACHT SHOW 2016 (28 SETTEMBRE- 1 OTTOBRE).

Ciò che caratterizza Otam, un cantiere per “happy few” conosciuto per le sue “granturismo del mare” realizzate su misura, non è solo la tecnica ma “anche prezzo” che, sicuramente superiore a quello di barche di stesse dimensioni con caratteristiche tecniche più o meno simili, è dovuto alla customizzazione “dalla A alla Z” di ogni singolo pezzo prodotto.

Ogni armatore, come da sempre in Casa OTAM dal “giorno uno”, può seguire in prima persona tutto il processo produttivo. Ogni yacht, non è solo un prodotto; ogni scafo, di cui nessuno sarà mai uguale all’altro grazie alla customizzazione, è un vissuto di esperienza; è qualità, artigianalità e cura dei più piccoli dettagli.

Abbiamo questo all’ing. Gianfranco Zanoni, attuale AD del cantiere, il “sogno nel cassetto” di Otam, quell’imbarcazione che vorrebbero vedere correre per mare. La risposta non poteva che essere quella di poter dar forma a una barca sui 35 metri in grado di raggiungere una velocità tra i 30 e i 40 nodi.

OTAM SD35: WORK IN PROGRESS

Come ha tenuto a sottolineare Matteo Belardinelli, Sales & Communication manager di Otam: “… La scelta di produrre l’SD35 è figlia dell’evoluzione del mercato del settore; non è una perdita di direzione o bussola ma è, più semplicemente, sensibilità nei confronti di qualche cosa che sta cambiando“.

Ad oggi, dell’Otam SD35 (295 GRT) sono stati completati scafo, sovrastruttura e il ciclo di verniciatura;  l’imbarco dei motori e dei generatori è avvenuto mentre è in fase di completamento l’allestimento degli interni.

Sia il layout delle linee esterne sia la disposizione interna sono state entrambe affidate allo studio di yacht design Spadolini.

Il main deck, con un salone principale di circa 40 mq e una dining area full beam a prua nave, è dedicato all’attività giornaliera per l’armatore e i suoi ospiti. Sempre sul ponte principale è collocata anche l’area adibita al servizio con una cucina professionale di oltre 25 mq.

L’Owner deck sul ponte superiore gode di privacy assoluta. Sul ponte inferiore trovano posto le 4 cabine vip con letti matrimoniali e singoli. All’equipaggio sono riservate ben 3 cabine che, particolare non trascurabile, sfoggiano le stesse rifiniture delle cabine VIP.

Il Sun deck di circa 60 mq prevede una vasca idromassaggio oltre a un funzionale bagno giorno.

I tempi complessivi per la realizzazione della navetta dalla sottoscrizione del contratto si attesta intorno ai 24/26 mesi. Il varo è previsto per l’inizio del prossimo giugno 2016.

Prezzo: intorno ai 10 milioni di euro.

PRESTAZIONI

Grazie alla sua carena semi-dislocante, l’OTAM SD 35 sarebbe in grado di raggiungere una velocità massima stimata di 20 nodi e di assicurare un’autonomia di 1.000 miglia nautiche a 11 nodi di velocità.