Condividi

BIANCO PURO. L’ELEGANZA DEL BIANCO NON DEVE CONFONDERE. LA CERAMICA BIANCA CHE FORMA L’AUDERMARS PIGUET ROYAL OAK OFFSHORE DIVER E’ 9 VOLTE PIU’ DURA DELL’ACCIAIO (MA ANCHE MOLTO PIU’ DIFFICILE DA LAVORARE).

Il Royal Oak Offshore Diver è un orologio da immersione impermeabile fino a 300 metri di profondità.

Aabbina la purezza del bianco candido con le qualità della cassa in ceramica bianca (9 volte più dura dell’acciaio). Questa presenta un diametro di 42 mm (con vetro in cristallo di zaffiro lato quadrante e lato fondello) ed è caratterizzata da una ulteriore cassa interna che protegge il movimento dai campi magnetici. Di ceramica sono anche lunetta, pulsanti e corona.

Complessivamente, questo orologio è più resistente ai graffi del 40% rispetto alla ceramica nera. Il risultato si ottiene con fasi di lavorazione più complesse e più lunghe. La parte principale della cassa, ad esempio, richiede 12 ore di trattamento (contro 1 ora e 1/2 dell’acciaio); per la classica lunetta ottagonale, invece, occorrono 8 ore (per lo stesso componente in acciaio sono sufficienti 45 minuti).

La parte interna della lunetta presenta un disco rotante con l’indicazione dei minuti di immersione. Questa è collegata a una corona a ore 10 che consente di ruotarla in modo unidirezionale.

Il Royal Oak Offshore Diver è equipaggiato con il calibro 3120 di manifattura, meccanico a carica automatica, 280 componenti, 21.600 alternanze l’ora, riserva di marcia di 60 ore.

Sul Quadrante argentato chiaro con motivo Mega Tapisserie sono riportate ore, minuti, secondi e datario a finestrella alle ore 3. Gli indici indici applicati e lancette Royal Oak sono in oro bianco con rivestimento luminescente.

E’ corredato da cinturino in caucciù bianco con fibbia ad ardiglione in titanio.

Prezzo al pubblico: 20.900 euro 

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.