Condividi

Bell & Ross inneggia ai cieli, in particolari agli scontri epici tra le nuvole compiuti dai cavalieri dell’aria nella Prima Guerra Mondiale.

Anche in quelle condizioni di estremo pericolo, di sfida all’ultimo sangue a bordo di destrieri alati, i piloti dei velivoli militari avevano sempre con sé un orologio, da polso o da tasca, strumento indispensabile per calcolare i tempi di volo ma anche alcune informazioni indispensabili sulle condizioni dell’aereo.

Gli orologi della linea PW1 (Pocket Watch 1) e WW1 (Wrist Watch 1) riportano a quei momenti carichi di tensione.

Il PW1 Répétition Minutes scandisce il tempo come gli orologi di una volta: l’ora non si legge più, la si ascolta. Tutto, in lui, richiama a una tradizione vecchia di un secolo: movimento a carica manuale, cassa in argento da 49 mm di diametro e catena in argento, vetro e quadrante bombato. Il fondello guilloché, con decorazione a «grano d’orzo», si apre per svelare l’ingegnoso meccanismo (riserva di marcia di circa 56 ore).

Animato da un movimento meccanico Dubois Depraz, questo orologio da tasca concede la straordinaria emozione offerta dalla ripetizione minuti, una delle complicazioni per eccellenza dell’orologeria meccanica. Abbassando il cursore posto sulla sinistra dell’orologio, in qualsiasi momento questo effettua i rintocchi corrispondenti all’ora in quell’istante: un timbro grave riecheggia per ogni ora, seguono poi una successione di doppi colpi di timbri gravi e acuti per ogni cinque minuti trascorsi.

Prezzo: 29.000 euro.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.