Condividi

VIVE LE FRANCE! EXAGON MOTORS STA PER SVELARE LA VERSIONE DEFINITIVA DI PRODUZIONE DELLA LA FURTIVE-eGT. LA SPORTIVA FRANCESE E’ LA PRIMA AL MONDO CON TELAIO MONOSCOCCA IN FIBRA DI CARBONIO PER 4 POSTI. IL MOTORE ELETTRICO PERMETTE UNO 0-100 IN SOLI 3″5 E 250 ORARI DI PUNTA MASSIMA.

L’Hurlingham Club di Londra si appresta a tenere a battesimo, il prossimo weekend del 17 – 19 luglio, finalmente, la Exagon Motors Furtive-eGT, un’auto sportiva elettrica che permette di essere davvero rivoluzionaria. Presentata come prototipo a Parigi 2010, si è aggiornata in una versione di pre-produzione a Ginevra-2013. I tempi, finalmente, sembrano maturi.

Come dichiara Exagon Motors, infatti, la Furtive-eGT è la prima auto al mondo con una struttura monoscocca in fibra di carbonio con 4 posti. Il telaio pesa appena 124 kg ed è abbinato a motorizzazione elettrica con due unità da 200 Cv ciascuna. La potenza massima è pari a 402 Cv, con un picco di coppia massima di 516 Nm.

I motori, posizionati “al centro” sono abbinati a un cambio automatico a 3 marce ZTI (Zero Torque Interruption).

il telaio è supportato da due subtelai (uno anteriore e uno posteriore). Le sospensioni sono a doppi triangoli con sistema molla/ammortizzatore coassiale, l’impianto freni è costituito da dischi anteriori da 380 mm (con pinze a 6 pompanti) e posteriori da 360 mm (pinze a 4 pompanti).

Nonostante, con il pacco batterie al litio e tutti gli orpelli necessari alla creazione di un abitacolo ben rifinito, confortevole e spazioso, il peso sia di ben 1.650 chili, il costruttore dichiara che l’accelerazione massima 0-100 avviene in soli 3″5 e che la velocità massima è di ben 250 km/h, un valore eccezionale rispetto, ad esempio, alla versione più sportiva della Tesla Model S, che arriva solo fino a 213 km/h.

Secondo il costruttore, dopo 3.000 cicli di ricarica, le batterie hanno ancora oltre l’80% dell’efficienza.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.
  • tieno

    Questo non é un automobile inglese ma francese. Scusa per lo mio italiano, sono francese