Condividi

L’IMPERO DEI SUV-SENSI. I MODEL YEAR 2015 DI BMW X6 M E X5 M GUADAGNANO IL 10% DI POTENZA (575 CV) E IL 4% DI COPPIA (750 NM) MA IL CONSUMO E LE EMISSIONI CALANO DI OLTRE IL 20%. PER ENTRAMBE LO 0-100 RICHIEDE APPENA 4,2 SECONDI E LA VELOCITA’ MASSIMA è LIMITATA A 250 KM/H (O 280). GIGA-GALLERY CON 209 FOTO!!!!

Le nuove BMW X5 M e X6 M Model Year 2015 si presentano al mercato con alcune leggere modifiche di dettaglio e un aggiornamento meccanico che migliora la performance del motore in termini di prestazioni ma anche di consumi ed emissioni.

Il codice genetico M GmbH si traduce in un’estetica possente su entrambi i modelli, che li rende immediatamente riconoscibili: paraurti anteriore con prese d’aria maggiorate, branchie laterali, air breather, retrovisori con doppia asticella, spoiler posteriore, doppi scarichi (dotati di valvole a controllo elettrico per la modulazione del sound) con estrattore integrato e ruote in lega da 20″.

MOTORE E TRASMISSIONE

Il motore V8 di 4,4 litri, equipaggiato con 2 turbocompressori twin-scroll eroga 575 Cv tra 6.000 e 6.500 giri (contro i precedenti 560) e la coppia massima è aumentata da 680 a 750 Nm, espressi tra 2.200 e 5.000 giri.

Il cambio è l’automatico Steptronic con 8 marce + RM, abbinato a trazione integrale xDrive fornita di  Dynamic Performance Control (che regola la coppia erogata da ogni ruota posteriore). La frizione a lamelle con funzione di differenziale centrale regola la coppia fino al 100% sull’asse anteriore o posteriore mentre il sistema Dynamic Stability Control (DSC) permette di selezionare tra tre modalità differenti di intervento: DSC on, MDM (M Dynamic Mode), DSC off

TELAIO

Le sospensioni anteriori sono state riviste per una migliore efficacia della guida sportiva. Anteriormente i tecnici M GmbH hanno ottimizzato la cinematica modificando il braccio trasversale superiore della sospensione. Hanno così ottenuto un leggero aumento della campanatura e migliorato la sua progressione e quella dell’asse di variazione. Il risultato è una maggiore velocità in curva. Gli ammortizzatori, dotati di controllo elettronico Dynamic Damper Control, possono essere configurati su tre modalità di assetto: COMFORT, SPORT e SPORT+.

E’ stato migliorato anche l’impianto frenante (dotato di ABS e M Dynamic Mode, assistente frenata in curva CBC, assistente di frenata DBC) con l’utilizzo di pastiglie maggiorate del 50% rispetto a prima e, contemporaneamente, tutto l’impianto è stato alleggerito di 1,6 kg.

Entrambi i modelli sono equipaggiati di serie con cerchi in lega leggera da 20 pollici (anteriori: 10 J x 20, posteriori: 11,5 J x 20) con pneumatici Pirelli P Zero (anteriori: 285/40 R20 Y, posteriori: 325/35 R20 Y). Come optional sono disponibili cerchi fucinati da 21 pollici a peso ottimizzato (anteriori: 10 J x 21, posteriori: 11,5 J x 21) con i pneumatici differenziati Michelin Pilot Super Sport UHP (anteriori: 285/35 R21 Y, posteriori: 325/30 R21 Y)

PRESTAZIONI

La BMW X5 M (2.275 kg) e la X6 M (2.265 kg) dichiarano entrambe 4″2 sullo 0-100 (è presente di serie il Launch Control), con una punta massima autolimitata a 250 km/h (280 se è montato l’M Drivers Package). Rispetto alla generazione precedente, BMW dichiara che il consumo medio cala da 13,9 a 11,1 l/100 km (il 20% in meno) e le emissioni sono diminuite a 258 g/km (anche in questo caso -20%).

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.