Condividi

E’ STATO COSTRUITO IL PRIMO (DI 5) ESEMPLARI DELLA PAGANI HUAYRA IMOLA. DI LEI NON SI CONOSCE ALCUNA INFORMAZIONE TECNICA: COSA E’ STATO FATTO PER COSTRUIRLA, QUANTI CAVALLI HA, QUALI SONOLE SUE PRESTAZIONI. SI SA SOLO CHE LA NUMERO 1 L’HA ACQUISTATA MR. EGOROV, FONDATORE E PROPRIETARIO DI TOPCAR. IL RESTO SONO SOLO SUPPOSIZIONI

In un evento privato tenutosi in Svizzera è stata presentata la Pagani Huayra  Imola, la versione più estrema prodotta fino a questo momento. Le informazioni note sono scarse. Su un’automobile così rara, infatti, le notizie sono estremamente scarse. Questo serve anche a proteggere la privacy dei 5 clienti che l’hanno acquistata. Si conosce, tuttavia, l’identità di almeno uno di loro: si tratta di Oleg Egorov, il fondatore e proprietario di Topcar design, attivo nel tuning. Proprio sulla sua compagnia si basa l’essenza della Huayra Imola. Paradossalmente questo modello così speciale si presenta come un tuning creato da Horacio Pagani sulla sua automobile. Il punto è che applicare questo concetto a una simile opera d’arte rischia di creare un controsenso. La Pagani Huayra Imola, espressione di un progetto così sofisticato ma anche così speciale e dotato di unicità per ognuno dei suoi esemplare non può essere definito o contestualizzato con precisione.

Si può, perciò, solo fare un’analisi di “quello che si vede”. L’esemplare delle immagini, fotografato e condiviso sulle piattaforme della galassia social dal suo committente, ha la carrozzeria in carbonio a vista e tanti particolari in colore arancione sparsi qua e là. Ma ogni angolo di essa meriterebbe una approfondita analisi per cercare di indagare la complessa mente della squadra Pagani che l’ha ideato: spoiler anteriori con piccole lame verticali, piccola naca al centro del musetto, grande bocca di ingresso dell’aria sul frontale e prese d’aria laterali. Che dire, poi delle minigonne laterali l’elemento orizzontale di raccordo tra airscoop sul tetto e ala posteriore, l’incredibile spoiler posteriore e il pazzesco estrattore in coda? Ebbene: non si può dire niente. Soprattutto perché niente si sa di lei ufficialmente: forse solo un kit estetico, forse una Huayra molto più potente della versione base. Si può solo ammirare la gallery di foto che vi mostriamo e fare illazioni.