Condividi

POTENZA ED EFFICIENZA. JAGUAR PORTA A GINEVRA IL SUV SPORTIVO ELETTRICO I-PACE, VERNICIATO CON UN GUSTOSO COLORE ROSSO ACCESO. SU XE, XF E F-PACE MODEL YEAR 2018 DEBUTTANO NUOVI MOTORI, MIGLIORIE ALL’INTERNO E AGGIORNAMENTI ALL’ELETTRONICA.

L’ampia gamma delle vetture Jaguar si aggiorna a Ginevra 2018 con una serie di novità che vanno ad allargare le possibilità di scelta per i clienti: l Giaguaro punta a proporre nuovi motori di elevata potenza ma con un occhio speciale al dogma dell’efficienza. Questa filosofia ha, del resto, la sua massima espressione nel prototipo I-Pace, già presentato lo scorso autunno e che vedremo sul mercato nel 2018.

JAGUAR I-PACE

Anche se già introdotta al Salone dell’Auto di Los Angeles dello scorso novembre, la Jaguar I-Pace è presente anche al primo appuntamento europeo dell’automobile, ora in una inedita colorazione rosso accesso. La nicchia dei SUV elettrici è ancora tutta da costruire e, per ora, annovera solo il crossover Model X prodotto da Tesla. Ma Jaguar sarà presto della partita con un modello specifico. Il quale, ben inteso, proporrà una dimensione “sportiva” della proposta.

Sviluppato su una piattaforma inedita, è lungo circa 4 metri e 70 e si caratterizza per una posizione di guida tutt’altro che alta dal suolo. I due motori elettrici, uno per ogni asse, forniscono complessivamente ben 400 cavalli di potenza e 700 Nm di coppia.

Secondo il costruttore la Jaguar I-Pace si fionda sullo 0-100 in 4 secondi e ha una autonomia, secondo il ciclo NEDC, di 500 chilometri. Le batterie, se utilizzano un sistema di ricarica veloce da 50 kW, recuperano massima carica in 2 ore ma in 90 minuti hanno già l’80% dell’energia.

Jaguar fa sapere che la I-PACE nascerà negli impianti della Magna Steyr di Graz, in Austria, e sarà sul mercato nel 2018.

NUOVI MOTORI PER TUTTA LA GAMMA

La berlina XE, la berlina-coupé XF e il SUV F-Pace del Model Year 2018 accolgono nuove motorizzazioni della famiglia Ingenium. Si tratta, nella fattispecie, del quattro cilindri benzina di 2 litri, equipaggiato con una nuova iniezione da 200 bar e collettore di scarico integrato con la testata. Produce due livelli di potenza: 200 CV (per la XE e la XF) e 250 CV. I modelli che montano il primo tipo di propulsore ricevono il badge “20t“, laddove “25t” va a caratterizzare i modelli con 250 cavalli e 365 Nm a 1.200 giri. Nella stessa famiglia arriva anche un 4 cilindri 2 litri con doppio turbo per ben 240 Cv e 500 Nm di coppia. Per resistere meglio allo stress meccanico prodotto, questo propulsore è stato aggiornato con albero motore, pistoni e iniettori maggiorati. Disponibile su Jaguar F-PACE, XF e XE, si riconosce per la presenza del badge 25d.

JAGUAR F-PACE. Il 4 cilindri Ingenium da 163 o 180 Cv è disponibile con la sola trazione posteriore. Secondo Jaguar i consumi medi registrati sono, rispettivamente, pari a 4,8 e 5,1 l/100 km. Il 2.0 turbodiesel da 240 Cv, invece, dichiara 5,8 l/100 km (0-100 in 7″2) e il 2.0 turbo benzina da 250 Cv 7,1 l/100 km (0-100 in 6″8).

JAGUAR XF. Il 4 cilindri turbo benzina da 200 Cv (trazione anteriore, cambio automatico), consente uno 0-100 in 7″5 e dichiara 6,8 l/100 km. La versione da 250 Cv (trazione posteriore o integrale, cambio automatico), dichiara 6″6 sullo 0-100 e 6,8 l/100 km. Con il 4 cilindri 2.0 Turbodisel da 240 Cv lo 0-100 avviene in 6″5 mentre il consumo dichiarato è di 5,3 l/100 km (trazione posteriore) o 5,5 l/100 km (trazione integrale). E’ aggiunta inoltre l’apertura automatica del baule con il sistema (opzionale) Gesture Boot Lid.

JAGUAR XE. La versione da 200 Cv scatta sullo 0-100 in 7″1 e dichiara 6,3 l/100 km. Il più potente motore da 250 Cv consente, a parità di consumo, uno 0-100 in 6″3 (6″2 con trazione integrale). Ora, inoltre, è disponibile la XE S con motore V6 3 litri portato da 340 a 380 Cv. Il 2 litri turbodiesel da 240 Cv e 500 Nm, infine, permette uno 0-100 in 6″1 e 5,2 l/100 km di consumo nel ciclo medio.

SICUREZZA

Tutti e tre i modelli sopraccitati dispongono di nuovi dispositivi per la sicurezza:

  • Forward Traffic Detection: assiste il guidatore in presenza di una visibilità anteriore limitata ed emette un segnale visivo sullo schermo centrale quando viene rilevato un potenziale pericolo
  • Forward Vehicle Guidance: aiuta il guidatore nel manovrare l’auto alle basse velocità grazie alla rappresentazione visiva della vettura sovrapposta alla proiezione della traiettoria delle ruote.
  • Blind Spot Assist (BSA) – su XE e XF: se rileva un veicolo in avvicinamento o in un punto cieco, applicherà una leggera forza sterzante per far rimanere la vettura nella propria corsia.

NOVITA’ PER GLI INTERNI

Nella F-PACE, i sedili anteriori regolabili sono stati migliorati con l’introduzione di poggiatesta sagomati, con regolazione elettrica dell’altezza e manuale dei supporti laterali.  Tutti e tre i modelli dispongono ora della tecnologia Dual View e sistema InControl, disponibile con il sistema Touch Pro. Quest’ultimo consente al guidatore di seguire le istruzioni del navigatore, mentre il passeggero è intento a visualizzare sullo stesso display i contenuti TV o di un dispositivo USB.

SPECIALE SALONE DI GINEVRA 2017

Gli Speciali di 0-100.it: Salone di Ginevra 2017

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.