Condividi

NON SCHERZATE CON IL CUORE DI UN ALFISTA! ARRIVERA’ LA NUOVA ALFA ROMEO GIULIETTA E SARA’ COSTRUITA SU PIATTAFORMA GIULIA. CIO’ SIGNIFICA CHE POTREBBE AVERE LA TRAZIONE POSTERIORE. E SARA’ UNA STRAGE! (DI NUOVI CLIENTI CHE LA COMPRERANNO!). E LA GIULIETTA QUADRIFOGLIO VERDE? AUDI RS3, GOLF R E MERCEDES-AMG A45 TREMANO!

Il rilancio Alfa Romeo non è ancora ufficialmente iniziato ma mercato e, soprattutto, appassionati del Biscione, attendono con ansia di poter recarsi dal concessionario per un preventivo della nuova Giulia. I progetti della Casa, peraltro, non si fermano alla berlina: arriverà il SUV e, ora, iniziano a materializzarsi molteplici scenari sulla prossima Giulietta.

L’attuale compatta hatchback per il segmento C è entrata nel suo sesto anno di vita: è stata presentata ufficialmente al Salone di Ginevra del 2009 e nel 2013 ha ricevuto un piccolo restyling.

TRAZIONE POSTERIORE?

L’universo automobilistico si chiede come sarà la nuova Giulietta ora che, con la nuova Giulia, l’Alfa Romeo ha finalmente intrapreso il percorso giusto. La risposta è arrivata da un particolare rivelato recentemente, allorché una voce ufficiale – Alberto Dilillo in forze nello staff di Fiat Group – ha affermato che la prossima generazione sarà costruita su piattaforma accorciata della Giulia e che “tecnicamente è possibile renderla a trazione posteriore!”.

Questo particolare non fa che confermare la strategia del Gruppo, orientata a organizzare la produzione di tutti i modelli su una piattaforma comune e condivisa, sulla quale studiare il corretto layout (dal punto di vista marketing) di motori e trasmissioni. Considerando quest’ultimo aspetto, naturalmente, è altamente probabile che la prossima Alfa Romeo Giulietta possa essere proposta anche con trazione integrale per misurarsi ad armi pari con la concorrenza tedesca (con la trazione Quattro dell’Audi, la trasmissione X-Drive di BMW e la 4Matic di Mercedes, oltre che l’Infiniti Q30).

Se tutto questo fosse confermato, l’Alfa Romeo Giulietta potrebbe ritrovarsi come unica auto del segmento C con trazione posteriore. La BMW Serie 1 – attualmente con ruote motrici posteriori – potrebbe passare a una nuova piattaforma – denominata UKL1 – a convertirsi alla trazione anteriore.