Condividi

MEMENTO AUDERE SEMPER. C’ERANO UNA VOLTA IL PIROSCAFO ARTIGLIO E IL PALOMBARO GIANNI …

Grazie a invenzioni come la camera di decompressione, la torretta butoscopica e gioiellini della nautica come il piroscafo Artiglio, negli Anni ’20 e ’30 furono recuperati relitti marini che riposavano a profondità fino ad allora impossibili da raggiungere.

Grazie a queste navi da recupero è stato riportato in superficie per esempio il tesoro dell’Egypt commissionato dai Lloyd’s di Londra interessati ai preziosi che giacevano sui fondali delle acque burrascose del Golfo di Brest nella selvaggia Bretagna.

TCM ha deciso di dedicare al coraggio temerario di quegli equipaggi il modello “Artiglio“, sicuro e affidabile “collega di polso” in grado di accompagnare nelle profondità marine anche i più temerari.

Equipaggiato con un movimento meccanico Swiss Made a carica automatica con datario tra le 3 e le 4, mostra una massiccia cassa di 52 mm di diametro in titanio e acciaio.

Con lunetta girevole, vanta la valvola per lo scarico dell’elio e garantisce impermeabilità fino a una profondità di -1000 m per una pressione massima pari a 100 atmosfere.

Il quadrante, protetto da un imponente vetro a occhio di bue e con indici, numeri romani delle ore e lancette in superluminova, è disponibile in 3 versioni: blu, nero e lighting.

Nella versione lighting anche il quadrante è in superluminova in modo da migliorare ulteriormente la visibilità durante l’mmersione.

Quest’orologio subacqueo viene venduto provvisto di un cinturino in poliuretano.