Condividi

GRAN TURISMO. UN TEMPO NASCEVANO GIA’ COSI’, LE GRANTURISMO (LA FIAT 8V, LA FERRARI 250 GT, LA MASERATI A6/G54…). BASTAVA UN NUMERO DI GARA E LE POTEVI PORTARE A CORRERE. OGGI, PER ESSERE COSì, DEVONO ESSERE LETTERALMENTE “SDERENATE!”. MCCHIP C’HA PROVATO CON L’AUDI R8 V10 E L’HA TRASFORMATA IN UNA VERA E PROPRIA GT3 STRADALE DA 850 CAVALLI.

Dopo essersi costruito fama autorevole come manipolatore di centraline, Mcchip-DKR si cimenta in un primo e radicale tuning con modifiche numerose e complesse, che hanno trasformato un’Audi R8 V10 in una sorella minore (neanche tanto!) dell’R8 GT3 LMS.

La carrozzeria è stata completamente rivista: al posto della pannellatura originale ci sono, ora, nuovi componenti in fibra di carbonio. L’estetica è stata stravolta e dall’elegante e possente R8 il tuner di Mechernich ha ottenuto un mostro con quattro ruote, con parafanghi allargati all’inverosimile, musetto con gigantesca pedana inferiore ed enorme ala posteriore in coda. Naturalmente ci sono anche nuove ruote e pneumatici e assetto irrobustito con ammortizzatori molto più rigidi.

La parte più interessante è, naturalmente, il motore: Il V10 5.2 aspirato da 530 Cv è stato equipaggiato con un compressore volumetrico. La modifica ha richiesto anche il montaggio di nuove parti rotanti (pistoni, alberi a camme, albero motore), nuovo impianto di aspirazione e scarico (quest’ultimo con componenti Capristo) e impianto di raffreddamento della sovralimentazione, con intercooler.

L’Audi R8 GT3 LMS by Mcchip-DKR fornisce, “in ricompensa”, oltre 850 cavalli!

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.