Condividi

OMAGGIO AI GRANDI MAESTRI OROLOGIAI. IL CALIBRO 1731 DI VACHERON CONSTANTIN BATTE CUSTODITO NELL’OROLOGIO PATRIMONY CONTEMPORAINE ULTRAPIATTO CALIBRO 1731, IL SEGNATEMPO CON LA RIPETIZIONE MINUTI PIU’ SOTTILE DISPONIBILE ATTUALMENTE SUL MERCATO.

Questa settimana Vacheron Constantin ha presentato un nuovo modello che va ad arricchire la Patrimony Contemporaine Collection: il Vacheron Constantin Patrimony Contemporaine Ultrapiatto calibro 1731.

Il movimento di questo modello è basato sul suo predecessore, il calibro 1755 (1992) che aveva uno spessore di soli 3,28 mm.

Il calibro 1731, di soli 3,90 mm, è poco più spesso del 1755, ma dispone di una riserva di carica di circa 65 ore.

Movimento meccanico a carica manuale, con funzioni di ore, minuti, piccoli secondi e ripetizione minuti, ha 265 componenti, 36 rubini, oscilla a 21.600 alternanze l’ora e vanta il Punzone di Ginevra.

Il Punzone di Ginevra è uno standard di eccellenza che rappresenta una garanzia di origine (movimento meccanico assemblato e regolato nel Cantone di Ginevra), di qualità di precisione e di durata.

L’elegante cassa rotonda di 41 mm di diametro, così come la corona, è in oro 18K 5N.

Il quadrante, argentato chiaro e protetto da cristallo di vetro zaffiro, mostra tra le 8 e le 9, il contatore dei secondi continui.

Con fondello trasparente in vetro zaffiro, è accompagnato da un cinturino in pregiata pelle di alligatore del Mississipi di colore nero con fibbia ad ardiglione in oro rosa 18K 5N.

Il prezzo finale del Vacheron Constantin Patrimony Contemporaine Ultrapiatto calibro 1731 (Ref. 30110/000R-9793) non è ancora ufficiale ma circolano voci che potrebbe aggirarsi intorno ai 270.000 euro con una produzione dai 10 ai 15 esemplari prodotti in un anno.