Condividi

UN EVENTO GLOBALE. QUEST’ANNO LA CORSA DELLA FRECCIA ROSSA COPRE QUASI UNA SETTIMANA E MUOVE, DI SOLI PARTECIPANTI, ALMENO 600 VETTURE (STORICHE, FERRARI, MERCEDES). MERCOLEDI’ E GIOVEDI’ VERIFICHE TECNICHE E PASSERELLA IN CENTRO A BRESCIA. OGGI, ALLE 14:30, LA VETTURA NUMERO 1, UNA OM COME DA TRADIZIONE, E’ PARTITA DA VIALE VENEZIA.

La corsa più bella del mondo ha creato, come era logico attendersi, un vero pellegrinaggio di curiosi e appassionati verso il centro di Brescia per respirare quell’atmosfera unica che riesce a riempire di unicità l’evento.

Ieri e oggi le vie del centro si sono gremite di gente e di automobili, rigorosamente costruite tra il ’27 e il ’57, per ammirare uno spaccato di storia di tecnica automobilistica e, attraverso le auto, fase storiche importanti: la nascita della Mille Miglia (le OM e le Bugatti), il dominio Alfa Romeo degli Anni 20 e 30, il Fascismo (presente un’Alfa tipo Pescara appartenuta a Mussolini), la ripresa dopo gli eventi bellici (le piccole barchette Sport), l’epopea Ferrari degli Anni 50.

Tre Mercedes 300 SLR, la n.722, la 658 e la 704, hanno dato il  via alle danze scendendo per prime dalla pedana di Viale Venezia. Ovviamente, a bordo della Freccia d’Argento n.722 c’era Stirling Moss (mancava, purtroppo, Denis Jenkinson, scomparso nel ’96) il vincitore dell’edizione del 1955 esattamente con la mostruosa auto da corsa con cui stabilì la media record sul percorso, oltre 157 di media.

I FAVORITI

Sono numerosi gli equipaggi si contenderanno la vittoria alla 1000 Miglia 2015: Giordano Mozzi e Stefania Biacca, vincitori della scorsa edizione, tenteranno di portare a casa il terzo successo. A insidiarli ci saranno Tonconogy e Berisso su Bugatti (vincitori nel 2013), Ferrari-Ferrari (Bugatti), Moceri-Galliani (Chrysler), Giuliano Cané (Bugatti) e Vesco-Guerini (Siata).

 

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.