Condividi

IL MUSEO VIAGGIANTE. LA MILLE MIGLIA 2015, LA CORSA RIEVOCATIVA PIU’ FAMOSA AL MONDO, TORNA SULLE STRADE ITALIANE DA OGGI FINO A DOMENICA 17 MAGGIO 2015. TRA LE NOVITA’ C’E’ L’ORARIO DI PARTENZA CHE, DA VIALE VENEZIA A BRESCIA, ANZICHE’ ALLE 18 COME DA TRADIZIONE, SARA’ ALLE 14.30.

L’edizione che si tiene quest’anno è la 33esima rievocazione, 88 anni dopo la prima delle 24 edizioni di velocità, che si sono disputate dal 1927 al 1957.

Caratterizzata da una lunghezza di 1.760 chilometri attraverso il Bel Paese, la Freccia Rossa sarà articolata in 4 giorni di gara per 4 tappe; essendoci Expo 2015, il percorso di quest’anno ha subito, rispetto alle ultime Mille Miglia, alcune modifiche.

LE 4 TAPPE

La partenza della corsa avverrà come sempre da Viale Venezia, a Brescia. Rompendo con la tradizione (la gara è sempre partita la sera), la vettura numero 1 partirà dalla pedana di Viale Venezia alle 14:30 e arriverà a Rimini (non più Ferrara). Questo per garantire una migliore ricettività alberghiera considerata la moltitudine di appassionati e addetti ai lavori coinvolti.

Venerdì 15 maggio, dopo San Marino, i partecipanti proseguiranno verso SenigalliaPesaro e Ancona; poi verso sud lungo la costa fino a Loreto, Recanati e Macerata e, di seguito, AscoliTeramo.

Da qui, la preziosa “carovana” si dirigerà verso Rieti con arrivo a Roma (la prima vettura giungerà a Castel Sant’Angelo alle 20:30).

Sabato 16 maggio, il percorso resterà pressoché invariato da Roma fino alla Toscana, con i tradizionali passaggi a Ronciglione, Viterbo, Radicofani e Siena. Dopo PisaLucca, le vetture in gara valicheranno il Passo dell’Abetone per ritrovare la piatta pianura fino a Reggio Emilia (saranno evitati, quindi, anche gli storici passi della Futa e della Raticosa). La terza tappa si concluderà a Parma, con il controllo finale davanti al Teatro Regio alle ore 21.

Dalla città ducale, la mattina di domenica 17 maggio, le vetture prenderanno direzione Nord-Ovest puntando verso Milano. Le storiche, bypassando la Madonnina, passeranno per Monza, Bergamo e la Franciacorta. L’arrivo è, naturalmente, in Viale Venezia a Brescia.

LE NOVITA’

La quarta tappa proporrà 2 novità assolute per il percorso della Freccia Rossa: verrà reso un tributo a Expo Milano 2015 effettuando un controllo di passaggio a Villa Reale di Monza, “sorella” del Teatro alla Scala, Sede di Rappresentanza della Regione Lombardia per Expo 2015.

Inoltre la Freccia Rossa farà il suo ingresso nell’Autodromo di Monza dove i concorrenti disputeranno alcune prove cronometrate e di media. Al vincitore sarà assegnato un Trofeo dell’Automobile Club di Milano intitolato alla memoria di Alberto Ascari che, proprio a Monza, perse la vita il 26 maggio del 1955.

Quest’inedito itinerario prevederà un passaggio davanti alle residenze di due dei fondatori della Corsa: in Franciacorta, in particolare a Chiari, davanti alla residenza del Conte Franco Mazzotti Biancinelli Faglia e a Calino in fronte a Villa Maggi, casa del Conte Aymo Maggi.

LA CURIOSITA’

L’indispensabile road-book debitamente custodito dal navigatore di ciascuna vettura in corsa, fu inventato 60 anni or sono (era il 1955) dal giornalista inglese Denis Jenkinson, soprannominato “Jenks”. Grazie a questo strumento di gara, affiancando Stirling Moss sulla Mercedes-Benz 300 SLR vinse la Mille Miglia del 1955 alla straordinaria media record di 157,65 km/h. Quel primato velocistico non sarà più superato.

 I NUMERI

– 438 vetture al via di cui 8 iscritte dalle Forze Armate nella speciale categoria “militari”. Si tratta di una cifra record tra tutte le edizioni (l’anno scorso furono 435)
67 diversi marchi automobilistici schierati alla partenza.
– 84 prove di cui 76 tradizionali e 8 a media imposta (invariati i coefficienti applicati alle vetture ma non sarà più assegnato il “bonus” supplementare agli esemplari che hanno partecipato a un’edizione tra il 1927 e il 1957)
– 200 comuni attraversati
38 Paesi rappresentati (Argentina, Australia, Austria, Belgio, Bosnia, Brasile, Canada, Danimarca, Francia, Germania, Giappone, Grecia, Hong Kong, Irlanda, Isola di Man, Italia, Kuwait, Liechtenstein, Lussemburgo, Malesia, Malta, Messico, Nuova Zelanda, Olanda, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Repubblica Popolare Cinese, Romania, Russia, Slovenia, Spagna, Stati Uniti, Sud Africa, Svezia, Svizzera, Thailandia),
1.500 giornalisti accreditati provenienti da tutto il mondo

LE PRESENZE PIU’ NUMEROSE

La parte del leone la fanno Alfa Romeo e Jaguar con 58 automobili; seguono Lancia con 43 e FIAT con 42 iscritte. 42 sono le Mercedes-Benz; 36 le Porsche, 29 le Aston Martin, 22 le Bugatti e le Ferrari mentre mentre 21 le Austin Healey.

La Mille Miglia 2014 è stata vinta da Giordano Mozzi e Stefania Biacca (già trionfatori nel 2011) a bordo di una Lancia Lambda Tipo 221 spider del 1928 del team Scuderia Sports Zagato. Chi salirà quest’anno sul gradino più alto del prestigioso e ambito podio?