Condividi

LA MECCANICA “EVOLVE” MA IL DESIGN VINCENTE NON SI CAMBIA. ERA IL 1994 QUANDO A.LANGE & SOEHNE PRESENTO’ IL LANGE 1 CHE, DA SEGNATEMPO AUTOCELEBRATIVO, DIVENNE BEN PRESTO UN’ICONA INDISCUSSA DELLA MANIFATTURA SASSONE. ORA, MANTENENDONE IL LOOK, VIENE RINNOVATO NEL CALIBRO.

Il nuovo calibro che anima l’A. Lange & Söhne Lange 1 è il L121.1, movimento meccanico a carica manuale con un bilanciere che oscilla alla frequenza di 21.600 alternanze l’ora, un doppio bariletto e un’autonomia di marcia di circa 72 ore.

Al Lange 1 è stato aggiunto lo scappamento ad ancora, un bilanciere con eccentrici inciso a mano e una spirale del bilanciere a libera oscillazione realizzata in-house.

Il meccanismo, visibile attraverso il fondello in vetro zaffiro, resta custodito in una cassa dalle dimensioni invariate di 38.5 millimetri.

Esteticamente, rispetto al modello al quale siamo abituati, cambia solo la lunetta che è leggermente più stretta in modo da “regalare più respiro” al quadrante decentrato.

Sul display è riproposto, tra l’una e le due, la Gran Data con “scatto esatto alla mezzanotte mentre alle ore 3 è visibile l’indicatore della riserva di carica.

Il Lange 1 viene proposto nelle tradizionali varianti con cassa/quadrante in oro giallo/champagne, oro rosa/argenté e platino/rhodié.