Condividi

SENZA COMPROMESSI. L’A.LANGE &SOEHNE RICHARD LANGE «POUR LE MERITE» (218 ESEMPLARI PRODOTTI) CON CASSA IN ORO BIANCO E QUADRANTE NERO IN ARGENTO, SI CARATTERIZZA PER IL SUO MECCANISMO A CATENA E VITE PERPETUA CHE GLI ASSICURA LA MASSIMA PRECISIONE DI MARCIA. COPPIA “COSTANTE” E PRECISIONE DI “MARCIA” COME, FORSE, IL DESIDERIO DI MOLTE COPPIE INNAMORATE: PERCORRERE IL PROPRIO SENTIERO DI VITA MANO NELLA MANO (SENZA CATENE) CON COSTANZA E SENZA TENTENNAMENTI. IN REALTA’ IL BELLO DELLA VITA E DELL’AMORE CHE NON SEGUE LE LOGICHE RESTA PROPRIO L’AVVENTURA DELL’IMPREVISTO, QUEST’ULTIMO MEGLIO SE AFFRONTATO IN DUE. LA PRECISIONE ASSOLUTA LASCIAMOLA AI CUORI MECCANICI MENTRE CONTINUIAMO A PENSARE AL VERO AMORE COME UN QUALCOSA DI MERAVIGLIOSAMENTE IMPERFETTO IN GRADO DI SORPRENDERTI.

L’A. Lange & Söhne RICHARD LANGE «Pour le Mérite» Limited Edition (Ref. 260.028) presenta una cassa rotonda (40,5 mm di diametro) che ricorda gli orologi da tasca in voga alla fine del XIX secolo. Realizzato in 218 esemplari, questo elegante segnatempo entra a far parte della collezione “Pour le Mérite”  della Manifattura sassone.

Il cuore pulsante di questa referenza, visibile grazie al fondello in zaffiro, è il calibro in-house L044.1. Si tratta di un movimento meccanico a carica manuale (279 componenti, platina a 3/4 in alpacca naturale, ponte del bilanciere e ponte dello scappamento ad ancora con ruota dei secondi incisi a mano, 21.600 alternanze/ora) con trasmissione a catena e vite perpetua (638 componenti) in grado di reggere un peso di oltre 2 chilogrammi.

Sul quadrante, un disco in argento di colore nero, spiccano le cifre romane bianche, la scala dei piccoli secondi al 6 e le lancette in oro rodiato. Una nota di colore viene regalato dai numeri romani in rosso 15, 30 e 45.

Il cinturino che lo avvolge al polso è pelle di alligatore cucito a mano con fibbia in oro bianco.

Prezzo: 83.300 euro.

LA TRASMISSIONE A CATENA IN PILLOLE

Il meccanismo funziona in modo analogo al cambio di una bicicletta a trasmissione variabile con la differenza che, in questo caso, la trasmissione è a variazione continua.

La trasmissione a catena, avvolgendosi sul bariletto, trasmette l’energia consentendo una coppia costante e assicurando lo scappamento ai ripari da sbalzi. A carica completa, la catena tira sul bordo inferiore della vite perpetua (la leva più corta) mentre, quando la riserva di carica è più debole e la forza di trazione si allenta, tira sul bordo più grande della vite perpetua, ossia sulla leva più lunga. In questo modo, il meccanismo, adattandosi di continuo, fa sì che l’energia non venga mai meno.

La rotazione della vite perpetua procede in una direzione quando si carica l’orologio mentre quando si scarica il bariletto la ruota procede nella direzione opposta.