Condividi

LA MIGLIOR DIFESA E’ L’ATTACCO. AL SALONE DI GINEVRA 2015 KIA CONDUCE “PROVE TECNICO-STILISTICHE” PER UNA BERLINA PREMIUM. IL DESIGN PARTICOLARMENTE AUDACE ESTREMIZZA I CANONI STILISTICI DI UNA STATION WAGON CREANDO UN’IMMAGINE FORTE  E DECISA. STILISTICAMENTE INTERESSANTE, PAGA QUALCOSA IN CODA DOVE LO SBALZO POSTERIORE APPARE RIDONDANTE.

Kia si presenta a Ginevra 2015 con il chiaro obbiettivo di “provocare” la categoria delle berline di segmento medio alto con un prototipo caratterizzato da una forte personalità.

La SportSpace si presenta nella forma di una imponente e possente station wagon con caratteristiche stilistiche forti, enfatizzate da numerosi elementi

Il frontale è molto basso e profilato, con la parte inferiore dello scudo paraurti molto sportiva e caratterizzata da forme avvolgenti: la calandra a naso di tigre, raccordata all’interno di un’unica fascia che abbraccia anche le luci, si  rapporta alla grande bocca inferiore dotata di splitter.

La fiancata si caratterizza per la linea di cintura molto alta, l’andamento discendente del tetto e i passaruota avvolgenti.

Il volume posteriore sembra suggerire sensazioni contrastanti: visto di profilo appare particolarmente grande per enfatizzare la capacità di carico ma, osservato dal punto di vista del posteriore “pieno”, esprime un senso formale di compattezza. Le grandi bocche inferiori e i due scarichi aumentano la personalità.

Gregory Guillaume, responsabile del Centro Stile Kia di Francoforte: “Abbiamo voluto disegnare una vettura che rappresenta in modo totalmente originale il concetto di mezzo da viaggio; un’auto dedicata agli automobilisti dallo stile di vita attivo e particolarmente esigenti sul piano della funzionalità. SPORTSPACE è un’auto con tutto lo spazio che serve per il weekend senza alcun compromesso con il dinamismo e l’eleganza, un innovativo concetto di Grand Tourer secondo Kia”.

Il contenuto “emozionale” della Kia Sportspace emerge anche in abitacolo dove si nota il tunnel centrale molto elevato, il volante sportivo a tre razze, i sedili con poggiatesta integrati e la grande plancia in metallo con palpebra centrale molto vistosa dove sono raccolti gli strumenti di bordo.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.