Condividi

UNA PESANTE EREDITA’. L’ICONICA E LEGGENDARIA DENOMINAZIONE S1, USATA PER LE AUDI CAMPIONI DEL MONDO RALLY 1984, RITORNA PER DARE SOSTANZA ALLA VERSIONE PIU’ SPORTIVA DELLA PICCOLA AUDI A1. LA NUOVA PICCOLA AUDI S1 SI CONFRONTA CON MINI COOPER S, VOLKSWAGEN POLO GTI (CHE PERO’ HA 40 CV IN MENO), CITROEN DS3 THP (SOLO 155 CV), PEUGEOT 208 GTI (200 CV) E FORD FIESTA ST (192 CV, PROVATA DA 0-100.IT) MA, DATI TECNICI ALLA MANO, SEMBRA GIA’ LA REGINETTA DELLA NICCHIA. E, A RIGOR DI LOGICA, SE ESISTE LA MINI COOPER S JOHN COOPER WORKS, AVREBBE SENSO UN’AUDI RS1 (ANCHE SE C’E’ GIA’ LA A1 QUATTRO DA 256 CV).

L’Audi S1 è di nuovo tra noi. Non è la terrificante auto da Rally che, negli Anni 80, animava la terrificante categoria Gruppo B o volava sulla salita della Pikes Peak ma si annuncia già come la reginetta del suo segmento. Qualcosa si era già visto con la A1 Quattro, un classico esempio di sadismo Audi per alzare i toni del desiderio verso un modello sportivo del suo piccolo modello del segmento B.

Ed eccolo, il modello più emozionale della gamma Audi A1. Arriva in listino in versione 3 porte o nella versione Sportback con 5 porte.

La caratteristica “più importante” dell’ultimo modello della gamma sportiva “S” sono, naturalmente, le prestazioni: motore 2.0 TFSI, 231 Cv, 370 Nm, 0-100 in 5″8 (S1 Sportback: 5″9), 250 km/h, consumo medio di 7 l/100 km (S1 Sportback: 7,1).

TRAZIONE QUATTRO

Il layout meccanico prevede la trazione quattro con frizione multidisco Haldex che funge da differenziale centrale (funziona prevalentemente come una trazione anteriore e trasferisce parte della coppia al posteriore in caso di neccessità), controllo di stabilità ESC con due stadi di intervento, sterzo con servoassitenza elettromeccanica, sospensioni con nuova architettura posteriore a 4 bracci e ammortizzatori sportivi (che possono essere sostituito con ammortizzatori a controllo elettronico la cui funzionalità varia secondo i settaggi dell’Audi Drive Select).

La trasmissione si abbina al cambio meccanico a 6 marce o (optional) al semiautomatico doppia frizione S-Tronic.

L’impianto freni è stato potenziato con dischi anteriori da 310 mm di diametro e l’impronta a terra resa più incisiva da ruote da 17″ con pneumatici 215/40 R17 (Audi offre come optional le ruote da 18″ con gomme 225/35 R18).

LOOK AGGRESSIVO

L’Audi S1 si riconosce subito: nuovi scudi paraurti, minigonne laterali, spoiler posteriore, 4 scarichi. L’abitacolo offre strumentazione dedicata con logo S1, sedili sportivi (optional i sedili S Sport con poggiatesta integrato).

PREZZO (IN GERMANIA)

Audi S1 2.0 TFSI quattro: 29.950 euro
Audi S1 2.0 TFSI quattro Sportback: 30.800 euro

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.