Condividi

UNA “SERRA” PER MARE. IL TRI-DECK YACHT ARCADIA 100,  IL CUI PRIMO ESEMPLARE E’ ATTUALMENTE IN COSTRUZIONE, E’ L’ULTIMA PROPOSTA DI ARCADIA YACHTS.

L’Arcadia 100, lungo fuori tutto 31,06 metri con una larghezza massima di 7,75 metri, ha uno scafo semiplanante di tipo NPL grazie al quale, unitamente a una sovrastruttura leggera in GRP, assicurerebbe buona tenuta in mare, riduzione del rumore, buon comfort e prestazioni efficienti a potenza limitata.

Lo scafo è realizzato in vetroresina (rinforzata con resina vinylester per i 3 strati esterni), le murate sono in PVC inframezzati con fibra di vetro mentre le verande sono in acciaio.

La versione base dello yacht (2 le proposte da 4 o 5 cabine) consente di accogliere massimo 8 ospiti e 5 persone dell’equipaggio.

Prevede a centro nave, sul ponte inferiore e sviluppata a tutto baglio, la suite armatoriale che, in alternativa, può essere posizionata sul ponte principale che aprirebbe direttamente sul sun-deck privato trasformabile a prua in dinette. La cabina VIP è collocata a prora mentre a provia ci sono due cabine doppie gemelle.

L’ampio living, con salone e sala da pranzo, si trova sul ponte principale e, grazie all’impiego di vetrate verticali in cristallopannelli solari sul soffitto, è particolarmente luminoso.

Prendendo spunto dal mondo automotive, il fly-bridge si può trasformare in un terzo ponte coperto protetto da finestrature laterali che possono essere sollevate elettricamente fino a incontrare l’hard-top. Dalle sembianze di una “serra” sul ponte, questa soluzione permette di sfruttare l’upper deck sia nelle giornate assolate sia in quelle piovose.

Il terzo ponte è attrezzato con la timoneria, un salone con divani e tavolini, un wet-bar ed esternamente a poppa con una terrazza solarium.

Da evidenziare, per ottenere ponti su di un unico livello consentendo una più agevole circolazione a bordo, l’assenza di step o gradini.

MOTORIZZAZIONE E PRESTAZIONI

L’Arcadia 100 monta due motori MAN V8 da 1.000 HP ciascuno che garantiscono una top speed di circa 18 kn (circa 33,3 km/h) e un’andatura di crociera di 16 kn (circa 29,6 km/h per 230 litri/h).

La produzione elettrica è affidata agli ampi pannelli solari in vetrocamera che caratterizzano la quasi totalità della sovrastruttura. Ciascun pannello contiene il Krypton, gas che assicura un alto coefficiente termo-isolante (fino a 18° di raffreddamento termico tra le temperature interne ed esterne), al pari di un muro di mattoni di 20 cm.