Condividi

L’Aston Martin Vantage, il modello entry level della famiglia di modelli Aston, continua il suo perfezionamento. Il Model Year 2012 introduce una vasta serie di novità che interessano gli estremi dell’offerta: da un lato il modello base, la V8 Vantage, decisamente migliorata rispetto al modello precedente; dall’altro il top della gamma, la V12 Vantage, che entra in listino in versione con carrozzeria Zagato.

Aston Martin V8: tutta un’altra musica
La V8 Vantage (Coupé e Spider) riceve una serie di upgrade attingendo alle caratteristiche della più sportiva Vantage S. L’8 cilindri anteriore-centrale da 4,7 litri e 420 Cv monta di serie il cambio meccanico a 6 marce.

Altrimenti, da oggi è disponibile il semiautomatico elettroattuato Sportshift™ II con 7 marce (in luogo del precedente Sportshift I). Con una marcia in più, rapporti più corti e una gestione del cambio marcia nettamente più veloce, la nuova trasmissione (progettata specificamente per Aston Martin) fornisce cambiate più rapide precise migliorando la performance complessiva.

Anche il telaio è stato migliorato: lo sterzo ha una rapportatura più ridotta per aumentare la sensibilità della sterzata; L’impianto freni è stato aggiornato con nuovi dischi anteriori da 380 mm di diametro e pinze a 6 pompanti. E’ presente anche il dispositivo Hill Start Assist (HSA) per le partenze in salita. Le gomme, infine, hanno il battistrada più largo di 1 mm.

Lo stile della V8 Vantage Model Year 2012 si ispira alla Vantage S e alla Vantage N400. Anteriormente è presente uno scudo paraurti di disegno diverso, con splitter inferiore e presa d’aria maggiorata per migliorare il raffreddamento. Posteriormente è stato aggiunto un profilo estrattore alla base della coda.

Aston Martin V8 Vantage S
La Vantage S non registra cambiamenti significativi: il V8 eroga 430 Cv (321kW) a 7300 giri e 490 Nm di coppia a 5000 giri. Di serie monta il cambio Speedshift II a sette marce. Alcuni dettagli in fibra di carbonio accentuano la sua caratterizzazione più sportiva rispetto alla Vantage V8. Anche acusticamente si riconosce: è infatti equipaggiata con un impianto di scarico sportivo specifico.

 Aston Martin V12 Vantage
Performance ed esclusività sono gli atout della V12, che pure conserva la stesse caratteristiche: motore V12 di 6 litri di cilindrata, 510 bhp e 570 Nm, 0-100 km/h in 4″2 e 305 km/h di punta massima.

Aston Martin V12 Zagato
La più prestigiosa (solo 150 esemplari; consegne a partire da autunno 2012) e sportiva della gamma si bea dello stile Zagato per celebrare 50 anni di collaborazione con l’atelier milanese, iniziata nel 1960 con la produzione della DB4 GT Zagato (prodotta in soli 19 esemplari, tutti “sopravvissuti”).

Presentata come prototipo al Concorso d’Eleganza di Villa d’Este 2011 (dove ha vinto il Design Award per le concept e i prototipi) e schierata alla 24 Ore del Nurburgring di fine giugno con una vettura gemella, è ora disponibile anche in versione stradale al prezzo di 330.000 sterline (tasse escluse).

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.