Condividi

UNO SPETTACOLO PER GLI OCCHI. LA COMPLICAZIONE NEL DNA. L’AUDEMARS PIQUET MILLENARY RIPETIZIONE MINUTI A CARICA MANUALE CON SCAPPAMENTO AUDEMARS PIQUET, CONCENTRATO DI PERIZIA, TECNICA E MATERIALI INNOVATIVI, ENTRA A PIENO TITOLO NELLA DINASTIA DEGLI OROLOGI ECCEZIONALI.

L’indicazione sonora del tempo, immaginata per “leggere” l’ora nel buio quando ancora non esisteva l’elettricità, è la complicazione più antica in assoluto. Fin dalla sua fondazione nel 1875, Audemars Piguet ha creato ripetizioni minuti e grandi suonerie dando vita al primo orologio da polso con ripetizione minuti nel 1892.

L’Audemars Piguet Millenary Ripetizione minuti (ref. 26371TI.OO.D002CR.01), con cassa ovale Millenary in titanio spazzolato (materiale che offre una risonanza eccellente) di 47 mm di diametro, possiede una lunetta in titanio lucido.

La cassa, dall’architettura tridimensionale, mostra i quadranti, in oro color antracite con cifre romane applicate in oro rosa, disposti in posizione decentrata (ore e minuti alle 3 e secondi continui alle 7) che invitano lo sguardo a compiere un tuffo nei segreti del raffinato meccanismo: il nuovo scappamento AP, la doppia spirale piana, i martelli e timbri della suoneria.

La suoneria è la complicazione più antica che esista; già alla fine del XV secolo esistevano orologi da tasca che suonavano le ore al passaggio. I meccanismi di ripetizione quarti, con suoneria delle ore e dei quarti su richiesta, appaiono invece solo alla fine del XVII secolo.

Questi orologi con memoria meccanica, che consentivano all’epoca di conoscere l’ora anche al buio, rappresentano una delle manifestazioni più significative di perizia orologiera e il privilegio di poche manifatture.

IL NUOVO SCAPPAMENTO AUDEMARS PIQUET

Lo scappamento, essenziale per il funzionamento corretto dell’orologio, consente di scandire l’energia lineare trasmessa dal bariletto.

Prendendo spunto da un meccanismo creato alla fine del XVIII secolo dall’orologiaio Robin, Audemars Piguet ha sviluppato un sistema che abbina l’alto rendimento di uno scappamento a impulso diretto con la sicurezza dello scappamento ad ancora svizzero.

IL NUOVO CALIBRO 2910 DI MANIFATTURA

Il nuovo calibro 2910 a carica manuale del Millenary Ripetizione minuti (443 componenti e 40 rubini) è decorato a “Côtes de Genève” orizzontali, offre le funzioni di ore, minuti, secondi continui e ripetizione minuti a ore 9 tramite un pulsante a slitta.

Si distingue anche per una costruzione atipica dell’organo regolatore che non consiste in una spirale unica ma in 2 spirali collocate una sull’altra in posizione invertita di 180°.

Questo sistema di doppia spirale piana in opposizione assicura un’autocompensazione di eventuali difetti d’equilibratura, consente di rinunciare alle curve terminali delle spirali dette “Breguet” (notoriamente delicate da realizzare) e sopprime le imprecisioni dovute alla posizione verticale dell’orologio senza dover ricorrere a un dispositivo sofisticato come il tourbillon.

Tutte queste particolarità consentono una regolazione più fine del bilanciere a inerzia variabile con masse d’equilibratura che oscilla a una frequenza di 21.600 alternanze l’ora.

Grazie ai 2 bariletti del movimento viene garantita un’autonomia di ben 165 ore (7 giorni).

Un terzo bariletto, due volte e mezzo più grande dell’ordinario, è riservato alla suoneria aumentandone la regolarità del suono.

Il Millenary Ripetizione minuti possiede una funzione d’arresto del bilanciere che consente una messa all’ora precisa al secondo.

Il nuovo sistema di carica della suoneria è provvisto di un elemento di sicurezza che impedisce la messa all’ora mentre la suoneria è in funzione in modo da rendere impossibile qualsiasi manipolazione errata.

Con fondello trasparente in vetro zaffiro, questo prestigioso segnatempo non è impermeabile ed è abbinato a un prezioso cinturino cucito a mano in pelle di coccodrillo di colore nero a grandi scaglie quadrate con fibbia pieghevole AP in titanio.