Condividi

IL LUPO TRAVESTITO… DA LUPO. SONO APERTI GLI ORDINI PER LA AUDI RS5 COUPÉ. LE PRESTAZIONI SONO AL PARI DI UNA 991 CARRERA GTS, PER UNA FRAZIONE DEL PREZZO (CIRCA 90 MILA EURO CONTRO I 140 DI PORSCHE), BASTERANNO AGLI AMANTI DELLE “EMOZIONI FORTI” OFFERTE DAI 450 CV CHE SVILUPPA? E PER CHI NON SI ACCONTENTA, DISPONIBILI UNA PLETORA DI “PACCHETTI” AGGIUNTIVI PER RENDERLA “DEFINITIVA”.

Dopo la celebrazione in quel di Ginevra e la presentazione italiana all’Audi City Lab nel salotto milanese della Design Week, Audi apre ufficialmente gli ordini per la seconda generazione di RS5 Coupé (con prime consegne entro luglio). Restyling estetico e tecnico di assoluto rilievo, per una vettura che prende ispirazione direttamente dalla storica Audi 90 Quattro IMSA GTO ed è sviluppata da Audi Sport.

Esteriormente il corpo vettura guadagna 74 mm rispetto alla versione precedente, toccando così i 4,72 metri di lunghezza totali. Ma è la griglia anteriore single frame che cattura visivamente l’attenzione, mostrando leggere differenze nel disegno e una base più bassa e larga, che rende perfettamente l’idea di sportività che Audi si è prefissata. Nuove sono le prese d’aria (con trama a nido d’ape), feritoie supplementari di entrata e uscita per l’aria accanto ai gruppi ottici a Led (su richiesta disponibili gli innovativi Led Matrix). Spostandosi lungo le linee che conducono al posteriore, si notano i passaruota maggiori di 15 mm rispetto al modello passato e un nuovo sottile spoiler posteriore. L’esclusivo diffusore, infine, troneggia sugli immancabili scarichi ovali che definiscono i modelli RS.

I cerchi “standard” da 19″ possono essere sostituiti, come su precedente serie, con opzionali da 20″, così’ come sono disponibili vari “pacchetti look” (nero lucido, carbonio e alluminio ad effetto opaco) per la personalizzazione esterna della coupé di Ingolstadt.

L’allestimento interno (dove predomina il colore nero) segue i classici stilemi imposti dall’esclusività del badge che porta, quindi sedili sportivi RS in nappa con impunture in tono con quelle del volante sportivo RS multifunzioni plus, anch’esso in pelle, come da tradizione appiattito nella parte inferiore. Monogrammi RS su di esso, sul pomello del cambio, sul battitacco e sedili.

Interessante il pacchetto opzionale “RS design” che prevede la tinta rossa come colore di contrasto cromatico, mentre volante e cambio in Alcantara (al pari dei modelli GT3 di Porsche).

L’Audi Virtual Cockpit è disponibile a richiesta e permette di integrasi perfettamente con tutti gli i sistemi di sicurezza e navigazione, oltre che di infotainment previsti già di serie.

La vera novità arriva da sotto il cofano motore: abbandonato il 4.2 V8 FSI quattro, Audi monta l’innovativo (anche in termini di consumi, ridotti del 17% stando al produttore) V6 2.9 TFSI sovralimentato con doppio turbocompressore, grazie a moderni studi di engineering derivati direttamente dal mondo delle corse. Se la potenza massima resta invariata a 450 CV, è la coppia a ricevere una impennata: 600 Nm, +170 rispetto alla vecchia generazione, disponibili tra i 1.900 e i 5.500 giri/min.

Il controllo della potenza viene garantito dalla usuale trazione integrale Quattro (a differenziale centrale e sistema di distribuzione della coppia in modo asimmetrico fra gli assali) e dal Tiptronic a 8 rapporti, permettendo così uno scatto bruciante di 3″9 nello 0-100, oltre che una velocità massima autolimitata di 250 Km/h (che diventano 280 con il pacchetto “Dynamic”).

L’assetto, già sportivo in versione standard grazie alla aggiornata geometria a cinque bracci all’avantreno e un assale, sempre a cinque bracci, per il retrotreno (al posto dei bracci trapezoidali impiegati precedentemente), può essere arricchito con il pacchetto “RS plus” con Dynamic Ride Control, impianto frenante carboceramico e sterzo dinamico con messa a punto specifica RS.

Il prezzo di listino della nuova Audi RS 5 Coupé è di € 89.900.

Condividi