Condividi

E L’ESEMPLARE NUMERO 2 CHE FINE FA? CON LA PRODUZIONE DEL PRIMO ESEMPLARE (CHE RIMARRA’ PRESSO LA BENTLEY) E’ INIZIATA LA PRODUZIONE DELLA BENTAYGA. PER LEI UN MEGA INVESTIMENTO PER LO STABILIMENTO DI CREWE E 1.500 NUOVI POSTI DI LAVORO. “WOLFY” DURHEIMER SE LA TIRA (E HA RAGIONE!) QUANDO AFFERMA CHE CON LEI NASCE UN NUOVO SEGMENTO: QUELLO DEI SUV DI LUSSO. ARRIVERANNO ANCHE ROLLS-ROYCE, MASERATI E LAMBORGHINI.

Il SUV Bentayga, il primo della storia Bentley, è un prodotto al 100% Made in Britain, ingegnerizzato e prodotto interamente in Inghilterra. A Crewe, sede del brand, ne vanno orgogliosi. Negli stabilimenti poco lontani da Liverpool il primo esemplare di produzione è uscito dalle catene di montaggio, un evento molto importante perché segna l’inizio di un importante nuovo capitolo della storia Bentley. Alla cerimonia hanno partecipato molti tecnici dell’impianto di produzione.

E’ stato un importante traguardo: in 4 anni dall’inizio del progetto, oggi la Bentley Bentayga è realtà. Per la sua produzione sono stati investiti oltre 840 milioni di Sterline ed è stata aumentata la forza lavoro di oltre 1.500 unità.

Il primo esemplare uscito dalla catena di montaggio, color antracite, ha richiesto 130 ore di lavoro per la sua produzione. Il processo produttivo ha inaugurato il nuovo reparto carrozzerie, il nuovo reparto di verniciatura e una nuova linea di assemblaggio.

L’esemplare andrà ad arricchire la collezione ufficiale delle vetture Bentley conservate presso la fabbrica come fondamentale patrimonio della storia Bentley.

Wolfgang Dürheimer, Chairman e Chief Executive di Bentley Motors: “La Bentley Bentayga sarà la pietra di paragone su cui si tutti gli altri SUV si misureranno. Essa rappresenta la nascita di un nuovo segmento: quello dei SUV di lusso. Quest’auto è una celebrazione del meglio della capacità produttiva automobilistica della Gran Bretagna, testimonia il nostro impegno verso l’industria nazionale in termini di investimenti e creazione di opportunità di lavoro”.

La Bentayga è lunga 514 cm, larga 200 e alta 174 cm. E’ motorizzata con un V12 biturbo da 600 cavalli e sfonda lo 0-100 in meno di 5 secondi, con una velocità massima di 301 km/h. Il prezzo, non ancora comunicato ufficialmente, è intorno a 200.000 euro.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.