Condividi

BENTLEY PRESENTA LA SERIE SPECIALE FIRST EDITION DELLA NUOVA FLYING SPUR MODEL YEAR 2020. SI RICONOSCE PER ALCUNI PARTICOLARI ESTETICI PERSONALIZZATI. LA MECCANICA NON CAMBIA

Poco dopo la presentazione dellan uova Flying Spur Bentley inizia la commercializzazione dell’esclusiva First Edition che sarà commercializzata solo per poco tempo. Questa versione ha, innanzitutto, la B alata sul cofano di forma differente rispetto al decoro standard. Questo è nascosto dentro la calandra se la macchina non è in moto ma ricompare non appena si avvia il motore. Ci sono altri elementi unici sulla carrozzeria (piccoli Union Jack “1” sul montante “C”) e in abitacolo, che è stato allestito secondo le specifiche del vasto catalogo Mulliner.
L’allestimento comprende anche un rivestimento in pelle speciale per sedili e pannelli porta oltre all’utilizzo di radica speciale per la plancia e altri elementi dell’arredo. C’è anche un impianto audio della N
Sotto il cofano la First Edition esibisce il 12 cilindri a W di 5.950 cc, due turbo, 626 cavalli e 900 NM di coppia. La First Edition ha trazione integrale permanente, sospensioni con ammortizzatori a controllo elettronico e cambio automatico a otto marce. La grande berlina extralusso ha prestazioni di primo livello, godibili in un ambiente di raffinatezza ed eleganza assolutamente unici: vola da 0 a 100 km/h in 3,8 secondi e raggiunge 333 km/h di velocità.
Bentley non ha comunicato il prezzo ufficiale della Flying Spur First Edition. L’unico modo per assicurarsi il primo esemplare è partecipare all’asta benefica organizzata dal cantante Elton John a Cap d’Antibes, organizzata dall’artista per raccogliere fondi per la sua fondazione contro l’AIDS.