Condividi

INDIETRO SAVOIA! BERTONE STILE, L’AZIENDA DI DESIGN NELLE MANI DI LILLI BERTONE, VEDOVA DI NUCCIO, E’ STATA DICHIARATA FALLITA. UN CENTINAIO TRA TECNICI E DESIGNER A CASA. L’UNICA SPERANZA RIMASTA E’ IL SALVATAGGIO DA PARTE DI QUALCHE INVESTITORE (CHE ACQUISTERA’ IL MARCHIO A PREZZO DI LIQUIDAZIONE). NEL 2012 BERTONE AVEVA FESTEGGIATO 100 ANNI DI VITA.

Anche l’ultimo ganglio vitale dello storico marchio Bertone, è clinicamente morto. Bertone Stile, azienda di design guidata da Lilli Bertone, è stata dichiarata fallita. L’epilogo arriva dopo il tentativo, fallito, di mettere l’azienda in concordato preventivo.

La sentenza di fallimento è stata emessa dal tribunale di Torino, che ha nominato Filiberto Ferrari Loranzi come curatore fallimentare.

Un centinaio di dipendenti (progettisti, designer e tecnici) vedono così definitamente sparire ogni possibilità di ripresa per il marchio torinese.

SALVATAGGIO

Attualmente non è chiaro quale possa essere il valore degli asset aziendali. Il fallimento, in ogni caso, apre il marchio a un destino tutto da scrivere, nel bene e nel male. La procedura di fallimento, infatti, di fatto mette il marchio Bertone sul mercato e, con lui, un patrimonio storico e di italianità della carrozzeria smisurato.

La speranza è che una cordata italiana si faccia avanti per rilevare (e lo farebbe a condizioni assolutamente vantaggiose) il marchio di Caprie e rilanciare un brand tra i più importanti del motorismo italiano.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.