Condividi

LA CORONA FERREA. “DIO ME L’HA DATA E GUAI A CHI ME LA TOGLIE”, DISSE NAPOLEONE INCORONATO RE D’ITALIA NEL DUOMO DI MILANO (1805). BUGATTI NON CI STA A FARSI SPODESTARE DAL TRONO DI AUTO PIU’ VELOCE DEL MONDO DA QUALCHE STARLETTA TIPO HENNESSEY VENOM GT O KOENIGSEGG ONE:1, IL MARCHIO FRANCESE STA PREPARANDO L’EREDE VEYRON E, SECONDO “FONTI INTERNE” ALLA CASA, ARRIVERA’ L’ANNO PROSSIMO (DI GIA’? MA NON BISOGNA, PRIMA, VENDERE ALTRE 40 VEYRON?!?) AVRA’ 1.500 CAVALLI E, TANTO PER METTERE LE COSE IN CHIARO CON LE CONCORRENTI, SARA’ IBRIDA.

Voci interne alla Bugatti avrebbero confermato l’arrivo nel 2015 (manca poco, dunque!) dell’erede della Bugatti Veyron.

Un portavoce Bugatti spiega: “Il nuovo modello sarà non meno straordinario dell’attuale Veyron. I nostri clienti hanno aspettative ben precise“.

Non si conoscono, ancora, tuttavia, i dettagli della meccanica di una macchina del genere. Le ipotesi propendono per una versione ibrida del motore con il 16 cilindri 8 litri quadriturbo affiancato a un motore elettrico.

Le prestazioni si attendono superiori alle 270 miglia orarie, ovvero 435 km/h, il record non molto tempo fa stabilito da una Hennessey Venom GT.

La produzione sarà, naturalmente, limitata: si parla di non più di 450 esemplari. Un numero, tuttavia, alquanto ottimistico e, di per se stesso, anche troppo numeroso. Non va dimenticato, infatti, che un recente studio ha quantificato la perdita realizzata da Bugatti per ogni Veyron costruita.

COSA MANCA

Manca, attualmente, un ultimo modello della serie speciale Les Legendes de Bugatti (il sesto della serie) dopo Veyron Grand Sport Vitesse Black Bess, Veyron Grand Sport Vitesse Rembrandt BugattiVeyron Grand Sport Vitesse Meo CostantiniVeyron Grand Sport Vitesse Jean Bugatti e Veyron Grand Sport Vitesse Jean Pierre Wimille. Voci non confermate, infine, dicono che mancano ancora una ventina di Veyron nuove da piazzare.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.