Condividi

Il punto di forza del Classique Cronometrie è il suo sofisticato movimento, calibro 574 DR, meccanico a carica manuale. Il sistema bilanciere – spirale della ref. 7727, infatti, ha una frequenza di oscillazione pari a 72.000 alternanze l’ora, 10 Hz.

La cassa, disponibile in oro bianco o in oro rosa 18k, ha un diametro di 41 mm.

POTENZA MECCANICA

L’obiettivo principale del suo sofisticato movimento è migliorare la precisione e la stabilità di marcia. L’aumento della frequenza e della potenza meccanica d’oscillazione del bilanciere, infatti, consente di migliorare le prestazioni cronometriche.

In linea teorica la capacità regolatrice, ossia la potenza meccanica di un orologio, ha un valore nell’ordine dei 200 microwatt nel caso dei cronometri più performanti ma sul Classique Chronométrie questo valore è di circa 800 microwatt.

Questo risultato è stato ottenuto dotando il movimento di spirale, ancora e ruota di scappamento in silicio. Questo metallo, infatti, può essere lavorato in modo molto preciso. Inoltre è molto leggero e amagnetico.

IL PARACADUTE

Al fine di perfezionare la rotazione e la stabilità dell’asse del bilanciere, i tecnici Breguet hanno sviluppato un’architettura con due controperni che contengono ognuno una microcalamita. Questi sono inseriti a ogni estremità dell’asse del bilanciere.

Poiché una delle calamite è più potente dell’altra, una delle estremità dell’asse è mantenuta costantemente in contatto con una delle due superfici di rubini fissata a ciascuna estremità delle calamite.

Grazie al fenomeno induzione magnetica, attraverso l’asse si crea un flusso magnetico, il quale genera a sua volta una forza che agisce congiuntamente con la coppia auto-stabilizzante sull’asse del bilanciere.

Questa struttura consente perciò di creare un sistema dinamicamente stabile  che si centra e si corregge automaticamente.

La forza d’attrazione fra l’asse e il controperno d’appoggio è più forte della gravità dunque l’asse resta appoggiato sul controperno, indipendentemente dalla posizione dell’orologio.

Inoltre il sistema funge da paracadute perché, se un urto provoca uno spostamento laterale dell’asse, le forze magnetiche di richiamo aumentano in proporzione con lo spostamento, ricentrando automaticamente l’asse e ristabilendo il flusso magnetico massimo.

IL QUADRANTE

Il quadrante del Classique Cronometrie è in oro 18 carati argentato e presenta sei diversi tipi di guillochage e la parte centrale lavorata a «vagues de Genève».

Al centro l’indicazione classica delle ore e dei minuti. I piccoli secondi sono visualizzati nel piccolo contatore alle ore 12 mentre un piccolissimo contatore alle ore 1 con lancetta in silicio indica il decimo di secondo.

In corrispondenza delle ore 2 è posto il sistema di paracadute.

Alle ore 5 un piccolo quadrante ad arco misura la riserva di marcia, di 60 ore complessive.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.