Condividi

MEGLIO LA SP AMERICA. PER I 60 ANNI DI PRESENZA FERRARI IN NORD AMERICA IL CAVALLINO PRESENTA LA F60AMERICA, UNA “BARCHETTA” SU BASE F12BERLINETTA. LE CARATTERISTICHE MECCANICHE RESTANO INVARIATE, L’ABITACOLO E’ “ASIMMETRICO”, CON FOCUS SUL PILOTA. LA TINTA AZZURRA E BIANCA RIPRENDE I COLORI DEL NORTH AMERICAN RACING TEAM DI LUIGI CHINETTI.

Seguendo l’annuncio delle scorse settimane, durante le prime avvisaglie delle imminenti dimissioni del presidente Montezemolo, Ferrari presenta la F60America, il modello celebrativo dei suoi 60 anni di presenza sul mercato americano.

La serie speciale, che sarà presentata durante il gala al Beverly Hills City Hall, è sviluppata sulla meccanica della F12Berlinetta, rispetto alla quale si differenzia per l’evidente carrozzeria Barchetta caratterizzata dai due rollbar posteriori simili a quelli della F12 TRS vista al Festival of Speed di Goodwood dello scorso luglio.

LO STILE

Anteriormente presenta una diversa foggia dei fari (più stretti e allungati), calandra anteriore più avvolgente (priva delle prese d’aria dinamiche della F12 Berlinetta), cofano motore con due uscite di flusso provenienti dalla calandra e per l’assenza dei caratteristici passaggi d’aria che dalla parte superiore del cofano portano verso la fiancata.

Posteriormente, invece, si nota, naturalmente, il baule piatto, una foggia dei fari maggiormente “ad incasso” e la parte inferiore dello scudo paraurti più gonfia, con le lame dell’estrattore inferiore molto più evidenti.

COLORI NART

La F60America è verniciata utilizzando i classici colori del North America Racing Team, la squadra di Luigi Chinetti , l'”uomo” di Enzo Ferrari negli Stati Uniti, con le Rosse di Maranello: blu e bianco. Dietro i passaruota anteriori, inoltre, è stato applicato un badge commemorativo della NART.

Oltre allo stile, la F60America presenta un’ulteriore particolarità in abitacolo: questo, infatti, per enfatizzare la “centralità” del pilota, è “asimmetrico“: è rivestito in pelle rossa in tutta la zona del guidatore (sedile, pannello porta, tunnel centrale) mentre nelle altre parti dell’abitacolo è nero.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.