Condividi

SARA’, FINALMENTE, UN CAMPIONATO INTERESSANTE? LE DICHIARAZIONI DEI VERTICI MCLAREN ALL’INDOMANI DELLA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA MP4-29 AFFIDATA A BUTTON E MAGNUSSEN PORTANO VERSO UN’UNICA CERTEZZA: CHE NON CI SONO CERTEZZE. LO STRAVOLGIMENTO DEI REGOLAMENTI CREA UNO SCENARIO DI TOTALE INCERTEZZA SULL’ANDAMENTO DELLA STAGIONE. E TI SALUTO “RIDUZIONE DEI COSTI”.

La McLaren MP4-29 2014 è la risposta del marchio inglese ai nuovi regolamenti della stagione che va ad iniziare. La nuova macchina sarà affidata a Jenson Button, campione del mondo 2009 e alla sua quinta stagione in McLaren. Gli farà da secondo pilota il danese Kevin Magnussen, già campione del Formula Renault 3.5 Series.

La nuova vettura avrà l’importante compito di risollevare le sorti del team dopo la disastrosa stagione 2013: nessuna vittoria (non accadeva dal 2006) ma, soprattutto, nemmeno un podio (non avveniva dal 1980).

JONATHAN NEALE – Managing director, McLaren Racing:Non abbiamo mai dovuto confrontarci con cambiamenti nei regolamenti come quelli di quest’anno. Reagire alle nuove regole, interpretarle con nuove soluzioni tecniche tenendo presente l’obbiettivo principale, ottenere l’auto più veloce possibile, è stata veramente una sfida enorme!”.

“Abbiamo tenuto un approccio pragmatico. Sapevamo che, all’inizio, l’esigenza di essere coerenti sarebbe più importante rispetto alle prestazioni. I test invernali non serviranno a raggiungere un set-up definitivo o congelare la configurazione della vettura. Ci aspettiamo che le prestazioni possibili con la nuova macchina aprano uno scenario veramente ampio. I prossimi test ci serviranno per capire i limiti operativi della MP4-29“.

SAM MICHAEL – Sporting director, McLaren Racing:E’ evidente che il 2013, per noi, è stato un anno da dimenticare in F1. Nel 2014 puntiamo a tornare a vincere ma esiste un certo numero di variabili che dovrà cresce  o “tornare a crescere” prima di porci nelle condizioni di poter puntare al titolo mondiale”.

L’aspetto positivo è che abbiamo tantissimo potenziale: abbiamo lavorato per questo obbiettivo per molti mesi concentrandoci su ogni aspetto della macchina: design, tecnica, piloti. Il futuro per McLaren è splendente. Si tratta di mettere in opera i processi che ci avvicineranno sempre di più ai nostri obbiettivi.

I test invernali saranno determinanti per rendere piloti e ingegneri consapevoli del carattere e del potenziale della macchina. Sarà un campionato eccitante perché nessuno, probabilmente, sa esattamente cosa succederà durante l’anno. Non penso che chi vincerà la prima gara continuerà a farlo fino alla fine del campionato.

Quel che è certo è che sarà una stagione in crescita per quanto riguarda nuove idee e concetti. L’interpretazione dei regolamenti porterà una vera e propria proliferazione di soluzioni. Siamo soddisfatti delle novità tecniche che introdurremo sulla MP4-29 ma d’altro canto, ci sono ancora molti ambiti dove possiamo imparare e migliorare”.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.