Condividi

UN REGALO MAGNIFICO. AVREBBERO POTUTO CHIAMARLA “CARRERA RS” E, GIA’ CHE C’ERANO, TOGLIERE QUALCHE CHILO. MA, TUTTO SOMMATO VA BENE COSì: LA PORSCHE 911 GT3 TOURING PACKAGE E’ DI UN FASCINO IRRESISTIBILE: TRAZIONE POSTERIORE, NIENTE ALI GIGANTESCHE IN CODA E UN MAGNIFICO PEDALE DELLA FRIZIONE AL SUO POSTO, PER COMANDARE UNA LEVA DEL CAMBIO CON 6 MARCE.

Come anticipato, Porsche presenta al Salone di Francoforte un kit che trasforma la bellicosa 911 GT3 in GT3 Touring Package, proposto in listino NON in edizione limitata (prezzo in Germania: 152.416 Euro tasse incluse).

DESIGN

Ad eccezione della coda, la GT3 Touring Package è identica a una 991 GT3 standard. La carrozzeria, quindi, è più larga di 44 mm rispetto a una Carrera, e 25 mm più bassa. Le ruote, da 20″, calzano pneumatici 245/35 ZR 20 davanti e 305/30 ZR 20 dietro.

Il posteriore, tuttavia, ha perso la grande ala fissa e presenta il classico alettoncino della 991 Carrera. E’ comunque differente rispetto a quest’ultima poiché presenta un piccolo nolder finale (tecnicamente definito “flap di gurney”). Specifica è anche la griglia sopra il cofano motore, corredata da una placchetta con la scritta “GT3 Touring”.

Ulteriori caratteristiche distintive sono le cornici dei vetri, il doppio scarico e gli ugelli lavafari in colore grigio e la scritta “PORSCHE” in coda. Nel caso del Black Exterior Touring Package, questi elementi sono tutti verniciati in nero.

TECNICA

Il motore, come anticipato, resta invariato. Cambia, invece, la trasmissione: al posto del PDK a 7 marce è presente un cambio meccanico a 6 marce.

La GT3 Touring Package, naturalmente, conserva l’asse posteriore sterzante.

ABITACOLO

L’interno è dominato dalla pelle piuttosto che dall’Alcantara come nella GT3 “classica”. Questo materiale, in particolare, è utilizzato per volante, leva cambio, portabraccio sui pannelli porta e parte interna delle maniglie porta.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.