Condividi

PRONTO AL DECOLLO. GLYCINE, MARCHIO OROLOGIERO SVIZZERO FONDATO A BIENNA NEL 1914, RIPROPONE L’AIRMAN NR.1, IL SUO ICONICO OROLOGIO DA AVIATORE (1953), CON CASSA IN ACCAIO NELLE SUE DIMENSIONI ORIGINALI DI 36MM DI DIAMETRO (REF. 3944-19-LBK9).

Il Glycine Airman n.1, il primo orologio 24 ore al mondo con secondo fuso orario (1953), ha, come la maggior parte dei segnatempo, una propria storia da raccontare.

Era il 1953 quando, su di un volo da Bangkok a Calcutta, Sam Glur, l’allora direttore vendite di Glycine SA, dialogando con i piloti di cabina mise a fuoco le caratteristiche ideali per un perfetto orologio da aviatore.

Decise di mettere nero su bianco quelle preziose informazioni: carica automatica, quadrante 24 ore con secondo fuso orario in modo da leggere sia l’ora del decollo sia quella dell’atterraggio, datario e numeri luminescenti.

Pochi mesi dopo, il primo modello di Airman fu messo sul mercato conquistando i piloti della US Airforce.

Il nuovo Glycine Airman n.1 (Ref. 3944-19-LBK9) riprende il design del “modello Madre” del 1953 ed è equipaggiato con il calibro GL 293.

Alloggiato in una cassa in acciaio di 36 mm di diametro, è un movimento meccanico a carica automatica con indicazione di ore, minuti, secondi, 24 ore GMT e datario con numeri in rosso a ore 3.

Vanta decorazioni Côtes de Genève, massa oscillante rodiata su cuscinetto a sfere che riporta inciso il profilo di un aeroplano e garantisce un’autonomia di marcia a carica completa di 42 ore.

Il quadrante, nero e con indici luminescenti, è protetto da vetro esalite bombato.

Proposto in un cofanetto di legno, quest’orologio da aviatore dal look vintage è impermeabile fino a -100 metri ed è assicurato al polso con un cinturino in pelle di vitello nera con fibbia ad ardiglione.

Prezzo: 1.500 euro.