Condividi

O LA DESIDERI COME L’OSSIGENO O LA DETESTI COME IL LUNEDÌ MATTINA. PERCHÉ COMPRARLA, PERCHÉ EVITARLA COME LA PESTE!

La Viper SRT 2013 è in listino (sul mercato statunitense) a partire da 97.350 dollari americani (corrispondenti a poco più di 76.000 euro). Per quella cifra si acquista un vero libro di filosofia sulla sportività automobilistica Made in USA.

La nuova Viper, probabilmente l’unica auto di grande serie al mondo con telaio “meccanizzato” (rimuovendo la carrozzeria l’auto è comunque marciante), monta un insulso 10 cilindri a V da 8,4 litri di cilindrata, che fornisce 640 Cv e oltre 800 Nm di coppia massima. La scocca è stata alleggerita di quasi 100 chili ma è stata irrigidita del 50%. La carrozzeria è in fibra di carbonio e, per la prima volta nella storia Viper, sono montati di serie ABS e controllo di stabilità con vari livelli di intervento programmabili. Pesa 1.450 kg.

COMPRARLA Sì, COMPRARLA NO!

La Viper è una sportiva americana inimitabile e se il vostro sogno è la Cobra Daytona, con lei c’è ampiamente da consolarsi. Le prestazioni di cui è capace, qui in Europa, costano almeno il triplo. E’ un’auto molto “ancien regime“, selvatica e “poco moderna”, che ti restituisce sensazioni vicine a un’auto sportiva di 50 anni fa: tanti piccoli difettucci che diventano apprezzamenti.

Del resto non ha il prestigio e il blasone di un marchio storico dell’automobilismo europeo o, peggio ancora, italiano. Probabilmente, quindi, l’usato andrebbe a deprezzarsi parecchio. Inoltre c’è tanta plastica, abitacolo stretto, ingresso difficilissimo, tunnel centrale molto ingombrante.

Ma soprattutto ha un consumo indicibile che ti consiglia caldamente di farti seguire dall’autocisterna. E in tempi di benzina a prezzi folli, ogni chilometro con lei può essere una stilettata al cuore.

LA CONCORRENZA

Per trovare simili livelli di potenza ci si potrebbe rivolgere a una Ferrari 599 GTB usata (V12, 6.000, 620 Cv) visto che la nuova Ferrari F12 berlinetta si acquista a un prezzo più che triplo (ma è una Ferrari!).

Non se ne parla anche per la McLaren MP4-12C: per abbracciare i suoi 625 Cv occorrono non meno di 200.000 euro.

Mercedes offre la SLS-AMG per avvicinarsi: 570 Cv. Ma bisogna staccare un assegno da 196.000 euro.

In casa Porsche, per lo stesso prezzo si può aspirare solo a una Cayman S in quanto la più economica delle 911 – 991, la Carrera 3.4 da “soli” 350 Cv viene per oltre 90.000 euro. Per una Carrera GT, 612 Cv, ci vogliono non meno di 350.000 euro (un bel risparmio visti i 480.000 del prezzo di listino da nuova).

Fuori budget (e molto meno potenti) sono anche tutte le Aston Martin: una V8 Vantage con poco più di 400 Cv necessità di oltre 110.00o euro. Però, se si volesse acquistare una Cygnet e farcirla di accessori, è facile superare abbondantemente i 60.000. La One-77 da oltre 700 Cv è decisamente fuori budget.

In casa Audi, esclusa la possibilità di acquistare una R8 (oltre 110.000 euro per la V8) si può ripiegare su una RS4 o, aggiungendo qualcosa, su una RS5. Altrimenti c’è la TT-RS da circa 60.000.

Discorso off-limits anche per Lamborghini: la Gallardo LP più scrausa costa quasi 160.000 euro e per assaporare i 700 Cv di una Aventador LP700-4 ne servono quasi 320.000.

Le Maserati GranTurismo partono da 115.000 euro ma non offrono certo lo stesso genere di sensazioni: pesanti, comode, “pochi cavalli”…

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.