Condividi

LA TRADIZIONE DELLA “FUORISERIE” ALL’ITALIANA

Domenica prossima 9 giugno Studiotorino annuncerà il suo nuovo progetto di auto sportiva: la “Fuoriserie” tipo Moncenisio.

Un nome scelto tra i luoghi geografici più suggestivi del Piemonte, il passo del Moncenisio a 2.083 m che collega l’Italia alla Francia. Ma anche un richiamo all’automobilismo sportivo: la corsa “Susa-Moncenisio”.

Si tratta di una gara tradizionalmente riconosciuta come la prima competizione automobilistica in salita al mondo la cui edizione di esordio risale al 1902. Quella prima edizione fu vinta da Vincenzo Lancia al volante di una Fiat 24 HP.

Derivata dalla nuova Porsche Cayman S, Studiotorino Moncenisio rivela un intenso colore blu inspirato ai suggestivi riflessi del lago alpino presente alla sommità del passo.

Pur mantenendo tutta la meccanica e gli apparati di sicurezza dell’automobile dalla quale deriva, vanterà una carrozzeria coupé “unica e speciale”.

Lo stile e la firma del disegno appartengono all’architetto e amico della famiglia Stola, Daniele Gaglione.

Dalle linee più tese rispetto ai precedenti progetti Studiotorino, la RK Spyder e RK Coupè del 2005 / 2006, la Moncenisio, prodotta su richiesta, non supererà i 20 esemplari, tutti confezionati a mano e contraddistinti da un’esclusiva targhetta identificativa con il numero dell’esemplare.

Le parti nuove o modificate saranno eseguite secondo i più tradizionali metodi della scuola italiana di stile, di modellazione di carrozzeria, di verniciatura e sellatura di interni.

La Moncenisio, disponibile alla clientela a partire dal prossimo novembre 2013, verrà anticipata da un prototipo il prossimo ottobre il cui numero di serie sarà S.F.1/1 (le iniziali del padre di Alfredo Scola).

Fin da subito è possibile acquistarla o opzionarla. L’auto di “base” acquistata dal cliente e già targata, verrà trasformata in “fuoriserie” e consegnata sempre a Torino, circa 3/4 mesi dopo l’inizio della lavorazione.