Condividi

L’UTILE TRASFORMATO IN INUTILE. DALLA TRIDIMENSIONALITA’ “IN REVERSE” AL 2D QUASI A RECUPERARNE L’ANIMA. DAL 20 DICEMBRE 2013 AL 30 MARZO 2014, PRESSO LA PINACOTECA AGNELLI, A TORINO, SI POTRA’ VISITARE LA MOSTRA “IN REVERSE” DELL’ARTISTA RON ARAD CON L’ICONICA FIAT 500 DEGLI ANNI 50 INDISCUSSA “PRIMA DONNA” DELL’EVENTO.

Ron Arad, considerato uno dei designer più influenti ed enigmatici al mondo, deve la sua fama internazionale alla “Rover chair” e alla libreria a serpente “Bookworm“.

Ha collaborato con marchi come Alessi, Vitra, Moroso, Swarovski e progettato il negozio di Yohji Yamamoto a Tokyo. Le sue opere sono state esposte al Centro Pompidou di Parigi, al MOMA di New York e al Barbican di Londra.

Con questo nuovo progetto, l’artista nato a Tel Aviv desidera esplorare, attraverso esperimenti fisici e simulazioni digitali, il modo in cui le carrozzerie delle automobili, soprattutto Fiat 500si comportano sotto la compressione di una pressa da 500 tonnellate.

Le opere verranno installate sulle pareti bianche e immacolate degli spazi disegnati da Renzo Piano al quarto piano della Pinacoteca Agnelli, a livello della pista del Lingotto dove, fino agli Anni 80, venivano testate le vetture Fiat tra cui le 500.

Ron Arad ha dichiarato: “In Reverse è una mostra sul passaggio dal fisico al digitale eccezionalmente in retromarcia. Invece di manipolare i materiali per renderli funzionali o trasformare modelli digitali in oggetto reali, qui ho ho fatto esattamente il contrario, rendendo oggetti completi e utili in qualcosa di assolutamente inutile“.

ALCUNE DELLE OPERE ESPOSTE
DRIED FLOWERS (2013)

Quest’opera è costituita da 6 Fiat 500 schiacciate e appiattite in modo da annullarne il senso della profondità come in un cartone animato o nel disegno infantile di un bimbo.

I veicoli schiacciati circonderanno un telaio di formatura in legno ricurvo che altro non è che uno stampo, preso in prestito dall‘Archivio Storico e Museo Fiat, che fu utilizzato per sagomare e adattare i pannelli metallici della 500.

RODDY GIOCOSA (2013)

E’ una scultura creata posizionando centinaia di barre in acciaio inox lucido su di un’armatura metallica con la forma di una Fiat 500 storica. Ogni sezione sagomata riprende la linea dei pannelli della vettura e i componenti si integrano per formarne la carrozzeria.

In mostra ci sarà anche lo stampo utilizzato per realizzare l’opera.

SLOW OUTBURST (2013)

E’ un video che documenta la simulazione digitale del processo di compressione della nuova Fiat 500.