Condividi

ETERNA GIOVINEZZA. LA MASERATI GRANTURISMO NON VUOL SAPERNE DI LASCIARE POSTO ALLA ALFIERI. E MENTRE SI PENSA DI AFFIANCARE ALLA ALFIERI UN ALTRO MODELLO SUV, LA COUPE’ DEL TRIDENTE AFFRONTA IL SUO DECIMO (10°!) ANNO DI VITA CON IL RESTYLING 2018

L’inossidabile Maserati GranTurismo (in listino dal 2007 e aggiornata solo con delicati restyling) è stata presentata a Wall Street, nel cuore di Manhattan nella sua ultima versione.

Il Model Year 2018 della coupé italiana, recentemente confermato ancora in produzione poiché le sue vendite – afferma il CEO Reid Bigland – sono stabili, riceve piccoli aggiornamenti di dettaglio: sostanzialmente si riconosce per una nuova calandra esagonale e per il differente scudo paraurti che presenta, ai lati, un nuovo trattamento delle prese d’aria (non più a forma di boomerang). Con queste modifiche l’aerodinamica è leggermente migliore: il valore di penetrazione aerodinamica passa da 0,33 a 0,32. Ridisegnato anche il paraurti posteriore, caratterizzato da uno stile differente a seconda della versione.

L’abitacolo viene aggiornato con nuovo disegno della consolle centrale, nuovo schermo infotainment da 8,4 pollici, nuovo selettore rotante per il controllo dei servizi di bordo in alluminio forgiato, nuova posizione della pulsantiera per la gestione delle configurazioni della vettura (ora si trova accanto alla leva del cambio).

VERSIONI

In listino vedremo la GranTurismo Sport e la GranTurismo MC (Maserati Corse). Entrambe sono equipaggiate con il noto 8 cilindri a V di 4,7 litri con 460 Cv e 520 Nm a 4.750 giri. Il propulsore è accoppiato al cambio automatico ZF a 6 rapporti. La trazione, ovviamente, è posteriore.

PRESTAZIONI

Secondo il costruttore la Maserati GranTurismo Sport si produce sullo 0-100 in 4″8 e tocca 299 km/h. la versione MC è leggermente più veloce: 0-100 in 4″7, 301 km/h.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.