Condividi

UNA SCALINATA PIU’ IN ALTO. LE CATENE DI MONTAGGIO DI WOKING HANNO INIZIATO A SFORNARE LE NUOVE MCLAREN 720S DA 720 CV, 0-100 IN MENO DI 3″ E 341 KM/H. FINISCE, UFFICIALMENTE, IL PROGETTO P11 E PARTE IL PROGETTO P14. LA 720S E’ IL PRIMO DI 15 NUOVI MODELLI CHE VEDRANNO LA LUCE ENTRO IL 2022.

Con la produzione del primo esemplare della 720S, una vettura di colore bianco ghiacciaio soprannominato Job#1, inizia un nuovo capitolo nella storia della divisione “produzione” del brand McLaren.

Il progetto “P14” entra nel vivo e inaugura la nuova generazione dei modelli Super Series. Contemporaneamente, viene consegnato alla storia il progetto “P11”, corrispondente alla MP4-12C e alle sue evoluzioni successive, la 650S e la 675LT.

La 720S è inoltre il primo modello del programma Track22, che entro il 2022 porterà sul mercato 15 nuovi modelli. La 720 S è più leggera, più performante e più efficace dal punto di vista dinamico della 650S che va a sostituire. Il suo nuovo V8 biturbo da 4 litri sviluppa 720 cavalli ed è capace di spingerla sullo 0-100 in 2″8 e sullo 0-200 in 7″8. Secondo McLaren la velocità massima raggiungibile è di 341 km/h.

Il prezzo “base”, stabilito per il mercato inglese, è di oltre 208.000 sterline, pari a circa 245.000 Euro.

MCLAREN P11: MP4-12C, 650S E 675LT SONO GIA’ STORIA

Era il 2009 quando la MP4-12C veniva presentata al pubblico dando nuova linfa alla produzione di vetture stradali, ferma alla straordinaria F1 dei primi Anni 90 progettata da Gordon Murray. Lanciata nel 2011, la MP4-12C portava nel segmento della produzione di supercar in (relativamente) grande serie un nuovo telaio monoscocca in fibra di carbonio, normalmente riservato solo alla nicchia delle hypercar (Ferrari Enzo, Porsche Carrera GT, Bugatti Veyron, Maserati MC12). Nel 2010 la gamma si ampliava alla MP4-12C Spider, sviluppata sulla stessa infrastruttura e, perciò, non fu necessario operare rinforzi alla scocca sebbene si trattasse di una carrozzeria spider.

Infine, la MP4-12C dimostrò tutte le potenzialità del suo progetto con l’ingresso in pista in versione GT3. Da quella versione ne fu ricavata una piccola serie, la Can-Am Edition, destinata unicamente al collezionismo e alle sedute private in circuito.

Nel 2014 (al Salone dell’Auto di Ginevra) la gamma Super Series si ampliò alla 650S, coupé e Spider, sviluppate sul modello esistente ma con alcuni aggiornamenti provenienti dalla hypercar P1 da 916 cavalli. Nell’estate del 2014 fu la volta della 650S GT3 da competizione, debuttante nella stagione di corse del 2015 e vincitrice del Blancpain Endurance Series 2016.

Al Salone di Ginevra 2015, infine, un ultimo upgrade: la 675LT ispirata alla rarissima F1 GTR Longtail degli anni 90: peso ridotto di 100 chili e potenza aumentata a 675 Cv. Le reazioni della clientela non si fecero attendere e, in meno di un anno, ecco apparire la 675 LT Spider, sold out in pochi giorni dall’annuncio ufficiale.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.