Condividi

REVOLUTION. IL MITO AMERICANO TENTA DI EUROPEIZZARSI PUNTANDO SULL’ELEVATA QUALITA’ DELLA PROGETTAZIONE E L’ABBONDANZA DI GADGETS TECNOLOGICI.

La settima generazione della Corvette, una delle protagoniste della nicchia delle supersportive americane, la principale antagonista della nuova Viper, è un’auto tutta nuova, molto tecnologica e con forme radicalmente evolute rispetto al passato.

DESIGN
Lo stile della nuova Corvette ha inteso proporre un’immagine nuova, che desse significato alla sua elevata dotazione tecnologica e delle sue prestazioni (raggiunte con un lungo e complesso lavoro di test, sia in galleria del vento, sia in pista).

I designer si sono ispirati al mondo aerospaziale e alla natura (sui fianchetti campeggia una razza stilizzata) mentre gli ingegneri hanno attinto profondamente al programma Corvette Racing. Il risultato vuole essere una forma coinvolgente ma efficiente dal punto di vista aerodinamico.

Così ad esempio i flussi all’anteriore sono stati migliorati per aumentare la stabilità del muso, gli sfoghi laterali e sul cofano migliorano il raffreddamento del vano motore; il fondo vettura, infine, è stato disegnato per ottimizzare il passaggio dell’aria in una zona comunemente critica.

TELAIO
Rispetto alla vecchia scocca in acciaio, ora la Corvette Stingray adotta una nuova scocca portante in alluminio saldato, più rigida del 57% e più leggera di 45 kg rispetto alla struttura precedente.

E’ formata da parti di spessori differenti (da 2 a 11 mm) ed è creata in un nuovo reparto dell’impianto di Bowling Green dove nascono le Corvette.

Questi sono integrati con sub-telai in alluminio anteriore e posteriore, più leggeri del 25% e più rigidi del 20%.

Anche la carrozzeria si avvale di un elevato supporto tecnologico: cofano e tetto sono in fibra di carbonio; paraurti, porte e pannelli del 3/4 posteriore sono in materiale plastico Sheet moulding compound (SMC). Complessivamente, la carrozzeria è più leggera di 17 kg. al confronto con la Corvette C6.

Le sospensioni mantengono lo schema di base, con doppi triangoli sovrapposti e bracci di lunghezza ineguale (con ammortizzatori Bilstein monotubo da 35 mm) ma, utilizzando materiali più leggeri permettono di risparmiare 8 kg all’anteriore e 2,2 al posteriore.

Tra gli accessori sono disponibili sospensioni magneto-reologiche di terza generazione (Magnetic Ride Control) con capacità di reazione maggiori del 40%.

Lo sterzo, con servosterzo elettrico, è tutto nuovo. La colonna dello sterzo è stata irrigidita di oltre il 150% e ora il sistema offre un rapporto di demoltiplicazione e livello di servoassistenza variabili secondo una serie di parametri (posizione del pedale del gas, input del volante, velocità, trazione e stile di guida).

L‘impianto frenante, fornito dalla Brembo, prevede, di serie, dischi anteriori da 320 mm e posteriori da 338, i quali forniscono una forza frenante migliorata del 9% rispetto alla Corvette C6

MOTORE e TRASMISSIONE
Sulla nuova Corvette Stingray debutta la terza generazione del motore LT1, un 8 cilindri Small-Block introdotto nel 1970.  Il V8 da 6.2 litri, già introdotto qualche tempo fa, si caratterizza per l’iniezione diretta di benzina, sistema Active Fuel Management per il controllo dell’iniezione (può spegnere 4 cilindri in regime di basso carico), fasatura variabile della distribuzione (bialbero, 2 valvole per cilindro), camere di scoppio di raffinata progettazione e condotti di scarico di nuova generazione (è disponibile anche un sistema di scarico attivo con condotti più corti che migliora il flusso e produce un sound ancora più coinvolgente).

Fornisce 450 Cv di potenza e 610 Nm di coppia massima.

La trasmissione (trazione posteriore) prevede, di serie, un nuovo cambio meccanico a 7 marce TREMEC TR6070, dotato di sistema di avviso al pilota per la migliore cambiata ( Active Rev Matching). Altrimenti si può optare per la trasmissione automatica Hydra-Matic 6L80 a 6 rapporti con paddle al volante.

ABITACOLO
Il posto di comando della nuova Corvette Stingray ha un nuovo design e riflette il nuovo livello tecnologico raggiunto. La plancia, molto avvolgente, è stata ridisegnata, come anche il volante.

La strumentazione, completamente digitale, presenta grafiche differenti (configurabili) a seconda di quale “anima” esprime la vettura: più GT o più auto da pista.

Una seconda strumentazione trova posto al centro della plancia: è lo schermo del sistema infotainment che racchiude i controlli dell’impianto audio e del navigatore satellitare.

DRIVER MODE SELECTOR
Secondo Corvette, la nuova Stingray racchiude 3 auto in una: il comfort di una GT, la connettività di un’auto per tutti i giorni, le prestazioni di un’auto da pista.

Le caratteristiche dinamiche e di risposta dell’auto sono gestibili con il  Driver Mode Selector, posizionato sul tunnel centrale dietro il cambio, che consente di scegliere tra 5 programmi: Weather, Eco, Tour, Sport e Track. Ognuno interviene su 12 parametri dell’auto:

– Strumentazione
ETC (Electronic Throttle Control)
Active Fuel Management.
– Scarico
– Modalità di funzionamento del cambio automatico (se installato).
– Differenziale elettronico (con Z51 Performance Package).
– Sterzo
– Magnetic Ride Control (se installato).
– Launch Control
Active handling (StabiliTrak stability control)
– Traction Control
– Performance Traction Management

Z51 PERFORMANCE PACKAGE
Disponibile come optional, regala alla Corvette Stingray un comportamento ancora più sportivo. Le modifiche comprendono:

– Ammortizzatori Bilstein da 45 mm
Freni Brembo con dischi anteriori da 345 mm e posteriori da 338.
Differenziale a slittamento limitato eLSD. Il sistema varia in proporzione infinita (grazie a una frizione idraulica) la ripartizione della coppia tra le ruote posteriori per fornire sempre la migliore trazione e stabilità della coda. E’ integrato con lo StabiliTrak e il Performance Traction Management. Offre 3 modalità di funzionamento che riducono, progressivamente, l’intervento dell’elettronica per incrementare il feeling.
– Ruote anteriori da 19″ e posteriori da 20″.
– Cambio meccanico con rapporti accorciati

PRESTAZIONI
La nuova Corvette Stingray, in vendita dalla metà del 2013, ancora non ha prestazioni ufficiali. Ma i progettisti anticipano che lo 0-100 avviene in meno di 4″.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.