Condividi

L’ATLETA IN DOPPIO PETTO. ALL’INARRIVABILE MERCEDES CLASSE S (SOTTO LE ROLLS, NATURALMENTE!) SI CONTRAPPONE UNA SPECIE DI NICCHIA, QUELLA DELLE AMMIRAGLIE DI LUSSO SPORTIVE: AUDI A8, BENTLEY MULSANNE E FLYNG SPUR, JAGUAR XJ E, ORA, LA NUOVA BMW SERIE 7, SOLLETICANO IL CLIENTE CHE PUO’ ANCHE FARE A MENO DELL’AUTISTA. LA SESTA GENERAZIONE DELLA BMW SERIE 7 PESA, IN MEDIA, 130 KG IN MENO MA SI RIEMPIE ANCORA DI PIU’ DI TECNOLOGIA PER IL COMFORT E LA SICUREZZA. DEBUTTA LA 740e CON MOTORE IBRIDO.

BMW presenta la sesta generazione della Serie 7, l’ammiraglia che da quasi 40 anni (1977) occupa un posto di spicco nel segmento delle grandi berline “sportive-di-lusso”. Il nuovo modello si fa promotore di un nuovo traguardo tecnologico, concentrato in due aspetti: sfruttamento intensivo della tecnologia BMW-i e implementazione di nuovi sistemi orientati al comfort e alla sicurezza dinamica.

La nuova BMW Serie 7 è disponibile, da subito, in versione “normale” o passo lungo (in quest’ultimo caso il passo è di 321 cm, 14 in più) e rappresenta il modello BMW più “grande” mai prodotto in tutta la sua storia: è lunga 5.098 mm (BMW Serie 7 a passo allungato: 5.238), larga 1.902 e alta 1.478 mm (1.485).

Per la carrozzeria, equipaggiata interamente con luci a led, sono disponibili ruote da 17 a 21″, 2 colori pastello e 9 nove tinte metallizzate.

MECCANICA

L’infrastruttura di base è stata oggetto dei miglioramenti dettati dalla tecnologia BMW EfficientLightweight. La scocca “Carbon Core” è un mix di acciaio, alluminio e CFRP (proveniente dal progetto BMW i), che ha permesso di ridurre il peso fino a 130 kg. il cofano motore e le portiere, ad esempio, sono in alluminio mentre il peso delle masse non sospese è stato ridotto del 15%. Con questa tecnologia, BMW dichiara che sulla nuova Serie 7 il baricentro risulta più basso e l’equilibrio del peso è perfetto: 50% – 50% sui due assi.

CICLISTICA

La Serie 7 è equipaggiata con asse anteriore a doppio snodo, asse posteriore a cinque bracci e servosterzo elettromeccanico. Il reparto sospensivo è integrato con ammortizzatori pneumatici che, attraverso il sistema Dynamic Damper Control (di serie) regolano automaticamente (o manualmente) l’altezza da terra e lo smorzamento agendo su tre programmi di assetto: COMFORT, COMFORT+ e SPORT. Questo può essere integrato con l’Executive Drive Pro, optional, che utilizza l’azione elettromeccanica delle barre antirollio per controllare e attenuare il rollio degli assi.

NOVITA’ TECNICHE

Ecco alcune delle caratteristiche innovative della nuova BMW Serie 7.

Asticelle regolabili del doppio rene BMW

Modalità Adaptive. La selezione della modalità di guida (COMFORT, SPORT, ECO PRO e ADAPTIVE) prevede un’opzione capace di regolarsi adattandosi allo stile di guida personale e all’andamento della strada A seconda della situazione di guida, vengono generate delle caratteristiche dei sistemi di propulsione e di assetto marcatamente più sportive oppure più confortevoli.

– Parcheggio telecomandato: le manovre di entrata nel parcheggio in marcia in avanti e di uscita dal parcheggio in retromarcia vengono attivate dal guidatore, fuori dalla vettura, fino a una distanza pari a 1,5 volte la lunghezza della Serie 7.

– Monitor di bordo del sistema di comando iDrive del tipo Touch Display.

Head up display (optional) con superficie di proiezione aumentata del 75%.

– Allestimento Executive Lounge per la Serie 7 Passo Lungo con climatizzazione a quattro zone, sedili comfort a regolazione elettrica, funzione di massaggio nella zona posteriore e aerazione attiva di tutti i sedili. Ulteriore optional: Executive Lounge Seating, consolle posteriore Executive Lounge e Fond-Entertainment Experience, incluso BMW Touch Command.

 BMW Touch Command con tablet estraibile da 7 pollici per gestire funzioni di comfort, come la regolazione dei sedili, illuminazione dell’abitacolo e la climatizzazione, inoltre l’offerta d’infotainment, il sistema di navigazione e di comunicazione

–  Bowers & Wilkins Diamond Surround Sound System con 1.400 W e 16 altoparlanti.

BMW Night Vision con Dynamic Light Spot (optional)

– Sistema Driving Assistant migliorato con funzione Prevenzione della collisione posteriore e Avvertimento di traffico trasversale nella zona posteriore della vettura (optional).

–  Driving Assistant Plus: comprende anche Active Cruise Control con funzione Stop & Go e l’avvertimento di traffico trasversale anteriore, assistenza alla sterzata e guida in corsia, assistente di guida in colonna e Lane Change Warning con protezione attiva contro le collisioni laterali.

– Fari a led di serie. Optional: luci al laser con portata delle abbaglianti fino a 600 metri.

GAMMA MODELLI

Tutte le BMW Serie 7 sono equipaggiate con motori turbo Euro 6. Si va dal 4 cilindri della 740e ai 6 cilindri benzina e Turbodiesel di 730d e 740i al grande V8 biturbo da 450 Cv della 750i. La trazione, posteriore o integrale xDrive, è abbinata al cambio automatico Steptronic a 8 rapporti (optional lo Steptronic sportivo con paddle al volante). Di serie i motori sono forniti di Brake Energy Regeneration, Auto Start/Stop e funzione “veleggio” tra 50 e 160 km/h con modalità ECO PRO inserita.

BMW 750i xDrive (BMW 750Li xDrive). Motore anteriore 8 cilindri a V biturbo (tecnologia BMW TwinPower Turbo, 2 turbocompressori Twin-Scroll, iniezione diretta di carburante, VALVETRONIC, Doppio VANOS), cilindrata: 4395 cc, 330 kW/450 CV a 5500 – 6000 giri, 650 Nm a 1800 – 4500 g/min. Prestazioni: 0 – 100 km/h in 4″4 (4″5), vel. max 250 km/h. Consumo medio: 8,3 – 8,1 litri (8,5 – 8,3 litri)/100 chilometri, emissioni di CO2: 194 – 189 g/km (197 – 192 g/km), Euro 6.

BMW 740i (BMW 740Li). motore anteriore 6 cilindri in linea turbo (tecnologia BMW TwinPower Turbo, 1 turbocompressore Twin-Scroll, iniezione diretta di carburante, VALVETRONIC, Doppio VANOS), cilindrata: 2998 cc, 240 kW/326 CV da 5500 a 6500 giri,  450 Nm da 1380 a 5 000 giri. Prestazioni: 0–100 km/h in 5″5 (5″6), vel. max. 250 km/h. Consumo medio: 7,0 – 6,6 litri (7,0 – 6,6 litri)/100 chilometri , emissioni di CO2: 164 – 154 g/km (164 – 154 g/km), Euro 6.

BMW 730d (BMW 730Ld). motore anteriore 6 cilindri in linea turbo (tecnologia BMW TwinPower Turbo, turbocompressore con geometria variabile al lato di aspirazione, iniezione diretta di carburante Common-rail), cilindrata: 2993 cc, 195 kW/265 CV a 4000 giri, 620 Nm a 2000 – 2500 giri. Prestazioni: 0–100 km/h in 6″1 (6″2), vel. max 250 km/h. Consumo medio: 4,9 – 4,5 litri (5,0 – 4,6 litri)/100 chilometri, emissioni di CO2*: 129 – 119 g/km (132 – 122 g/km), Euro 6.

BMW 730d xDrive (BMW 730Ld xDrive). motore anteriore 6 cilindri in linea turbo (tecnologia BMW TwinPower Turbo, turbocompressore con geometria variabile al lato di aspirazione, iniezione diretta di carburante Common-rail), cilindrata: 2993 cc, 195 kW/265 CV a 4000 giri, 620 Nm a 2000 – 2500 giri. Prestazioni: 0–100 km/h in 5″8 (5″9), vel. max.: 250 km/h. Consumo medio: 5,2 – 4,8 litri (5,2 – 4,8 litri)/100 chilometri, emissioni di CO2*: 137 – 127 g/km (137 – 127 g/km), Euro 6.

BMW 740e (BMW 740Le, BMW 740Le xDrive). motore anteriore 4 cilindri in linea con tecnologia BMW TwinPower Turbo (turbocompressore Twin-Scroll, iniezione diretta di carburante, VALVETRONIC, Doppio VANOS), cilindrata: 1997 cc , 190 kW/258 CV a 5000 – 6500 giri, 400 Nm a 1250 – 4800 g/min. Tecnologia BMW eDrive con motore elettrico sincrono potenza: 70 kW/95 CV, coppia: 250 Nm, batteria al litio. Potenza complessiva: 240 kW/326 CV. Prestazioni: 0–100 in 5″6 secondi (BMW 740Le: 5″7; BMW 740Le xDrive: 5″5), vel. max. oltre 240 km/h, vel. max. in elettrico: 120 km/h (limitata elettronicamente). Consumo e autonomia: autonomia elettrica: 40 km (BMW 740Le: 40 km, BMW 740Le xDrive: 37 km), consumo medio 2,1 litri/100 km (BMW 740Le: 2,1 litri, BMW 740Le xDrive: 2,3 litri), emissioni di CO2**: 49 g/km (BMW 740Le: 49 g/km, BMW 740Le xDrive: 53 g/km), Euro 6.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.