Condividi

LE IMMAGINI “AD ALTA VELOCITA’ PIU’ LENTE” MAI CATTURATE. NON SI TRATTA DI RENDERING MA DI FOTOGRAFIE CHE COLPISCONO CUORE E MENTE. A GINEVRA, PRESSO LA M.A.D. GALLERY MB&F, VERRANNO ESPOSTE FINO A MAGGIO 2014, LE OPERE DEL GIOVANE ARTISTA SVIZZERO FABIAN OEFNER.

Tra le serie di stampe di Fabian Oefner in mostra presso la M.A.D. Gallery MB&F a Ginevra, segnaliamo le immagini delle serie Disintegrating e Hatch.

Nella serie Disintegrating, l’artista, dopo aver smontato, dalla carrozzeria alle viti più piccole, minuziosi modelli in scala composti da oltre 1.000 pezzi, ha riprodotto ogni singolo dettaglio fotografandone ciascun componente in posizioni specifiche creando l’illusione di un’auto che esplode.

Dopo aver posizionato ciascun pezzo con l’aiuto di aghi sottili e pezzi di spago e stabilito l’angolo di ogni scatto con la giusta illuminazione, ha fotografato il componente; una vera e propria impresa che ha richiesto migliaia di scatti.

A seguire, tutte le foto sono state composte allo scopo di creare un’unica immagine che, pur sembrando immortalata in una frazione di secondo, ha necessitato ben 2 mesi di lavoro.

I disegni esplosi rappresentano alcune auto sportive d’epoca come la Mercedes-Benz 300 SLR Uhlenhaut Coupé del 1954 con porte ad ala di gabbiano, una Jaguar E-Type nera del 1961 e una Ferrari 330 P4 del 1967.

Nella serie Hatch, Oefner si occupa invece del tema di come nasce un’automobile.

Ispirandosi all’uovo che si schiude, questo prodotto industriale, come nel caso di una Ferrari 250 GTOdà l’impressione di prendere davvero vita. 

Come ha dichiarato l’autore delle opere, Fabian Oefner: “Queste immagini sono anche un modo di catturare il tempo: fermandolo, come nella serie Hatch, o inventandolo, come nella serie Disintegrating”.