Condividi

L’INVASIONE DELLE CAVALLINE. SULLO SFONDO DELLA SILVERSTONE CLASSIC IL PORSCHE CLUB GREAT BRITAIN FESTEGGIA 50 ANNI DELLA PORSCHE 911 E RACCOGLIE, SULL’ASFALTO DELLA PISTA INGLESE, IL PIU’ GRANDE NUMERO DI ELFER MAI RAGGIUNTO: 1.208 ESEMPLARI.

Il Porsche Club GB non si pensava di arrivare a tanto: si sarebbe accontentato di riuscire a radunarne almeno 911. Invece è stato un record.

Per celebrare i 50 anni della Porsche 911 il più importante sodalizio inglese aveva, nelle settimane precedenti la tradizionale Silverstone Classic, lanciato un appello agli appassionati proprietari affinché fossero presenti a Silverstone per rendere un omaggio a una delle auto più importanti della storia dell’automobile.

La risposta è stata, da subito, straordinaria, ben oltre le aspettative. Gli organizzatori hanno quasi subito raggiunto il “quorum” dei 911 esemplari richiesti.

Domenica scorsa, in pista, l’organizzazione ha potuto raccogliere i frutti di questo progetto.

Da tutta l’Inghilterra ma anche da molti altri Paesi d’Europa sono quindi arrivate un totale di 1.208 Porsche 911 di tutte le generazioni e di tutte le versioni, dalla 911 del ’63 alle ultime 991, passando per S, T, E, RS, RSR, SC, Turbo, Carrera, Carrera 4, GT1, GT3, Carrera GTS.

Presenti molte personalità importanti del Mondo Porsche: Mark Porsche, figlio di Ferdinand Alexander “Butzi” Porsche, il disegnatore della 911; Derek Bell, Pilota ufficiale Porsche, vincitore di 5 24 Ore di Le Mans, Richard Attwood, vincitore della 24 Ore del 1970 con una Porsche 917; John Fitzpatrick, pilota e leggenda Porsche.

“Sono particolarmente legato alla 911 essendo stata disegnata da mio padre – ha detto Mark Porsche. Avrà sempre un posto speciale nel mio cuore”.

: “E’ grazie alla 911 se Porsche ha acquisito le risorse finanziarie per dedicarsi alle corse e creare modelli fondamentali come 917, 956 e 962. Porsche ha fatto molto per me. Essere qui nel mio circuito più famigliare in questo giorno è un grande onore”.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.