Condividi

Metti un cliente giovane di 35 – 45 anni che desideri una carrozzeria coupé, una posizione di guida bassa, un design filante, un cambio con corsa corta. Che non riesca a trovare il coraggio di acquistare una normale berlina ma nemmeno una vettura “un po'” sportiva per paura di mancanza di spazio. Il frugoletto, altrimenti, dove lo accomodi?

E poi quella “triste” sensazione di avere la parte posteriore dell’abitacolo “sprecata”: con sole due porte tutto è più difficile.

Hyundai provoca il pubblico con la Veloster: la guardi da un lato ed è una coupé due porte, la guardi dall’altro ed è una coupé 4 porte. Dove sta la verità? Nel mezzo: è una coupé 2 + 1 porte.

Design
La Veloster è una coupé come ti aspetti: compatta, bassa e larga. Se fosse una 2+2 (posti), quindi con un passo leggermente più corto, avrebbe volumi ancora più accattivanti. Ma non importa: il passo lungo per ospitare quattro passeggeri è bilanciato dagli sbalzi ridotti.

Il design intriga: il muso piccolo, i passaruota che fuoriescono dalla carrozzeria, il paraurti avvolgente.

Vedi in lei l’erede di coupé sfiziose prodotte per solleticare il gusto di chi desiderava un’auto un po’ più emozionale rispetto a una normale berlina, la Lancia Beta Coupé VX, l’Audi 100 Coupé o l‘Alfa Romeo GT1300 Junior.

2+1 porte da famiglia
I modelli storici sopraccitati, però, sono tutti due porte, caratteristica peculiare. La differenza della Hyundai Veloster è tutta lì, in quell’unica porta posteriore. La Toyota BRZ, la Renault Megane Coupé, l’Audi TT TDI non potranno mai essere coupé da famiglia: due sole porte fanno un’enorme differenza.

La porta posteriore della Veloster apre quel fondamentale accesso ai posti posteriori che cambiano radicalmente il concetto. Improvvisamente diventa una coupé pratica e versatile. Accedi ai posti dietro e ci metti quello che vuoi: persone, oggetti, seggiolini per bambini.

In sostanza: rende un grande regalo a quei passeggeri che adorano le coupé ma non salirebbero mai dietro per paura di un attacco di claustrofobia.

Abitacolo
La posizione di guida è convincente: sedile e volante (regolabile anche in profondità) hanno tutte le regolazioni necessarie per costruirsi una posizione di guida adeguata ai desideri. Che nel caso di una filosofia 0-100 è bassa, raccolta, con la leva del cambio vicina (come effettivamente avviene sulla Veloster), come su qualsiasi sportiva. Anche la pedaliera, con l’acceleratore incernierato in basso, colora l’atmosfera.

La Hyundai Veloster ha già un buon allestimento: sul nostro esemplare, versione Comfort, troviamo computer di bordo, climatizzatore automatico, navigatore satellitare, radio con CD e porta AUX/USB, chiusura centralizzata con telecomando, cerchi in lega da 17″ (sulla Sport ci sono ruote da 18″), sensori di parcheggio posteriori, luci diurne a led, sistema key-less, comandi al volante e blue tooth.

Su strada
Carrozzeria sportiva, motore da città. La Veloster si guarda e si guida come un’auto ad elevate prestazioni ma il 4 cilindri 1.6 a iniezione diretta da 140 Cv non ha le velleità di un propulsore possente, né vuole esserlo. Essendo una sportiva da città ha un’erogazione frizzante ma non violenta. E’ elastico, ha una buona ripresa, specialmente dopo i 3.500 giri, e con il giusto mordente per qualche sorpasso.

Eppure la Veloster intriga non solo nelle forme di carrozzeria. E’ palesemente sportiva anche in tutto il resto: lo sterzo (molto rapido) il cambio (leveraggio corto), frizione (escursione corta), tenuta di strada (molto buona in curva).

Manca, per un’utenza particolarmente esigente, quel quid che arriverà presto con la Hyundai Veloster Turbo.

Consumi
La versione Blue Drive in prova è equipaggiata con dispositivo Start-Stop, un utile sistema a beneficio del consumo. Nel nostro test, articolato in oltre 600 km, abbiamo guidato la Veloster in tutte le condizioni: autostrada (6,6 l/100 km), città con piede di velluto (7,1 litri/100 km), città normale (8 litri/100 km), dati coerenti con quanto dichiara il costruttore.

[wptabs mode=”horizontal”]
[wptabtitle] DATI TECNICI[/wptabtitle]
[wptabcontent]

MOTORE
MotoreAnteriore, trasversale, 4 cilindri in linea, blocco e testate in alluminio
Cilindrata1.591 cc.
AlimentazioneIniezione diretta di benzina
DistribuzioneBialbero a camme in testa, 4 valvole per cilindro, fasatura variabile
Potenza140 Cv (103 kW) a 6.300 giri
Coppia167 Nm a 4.850 giri
CORPO VETTURA
TelaioScocca portante in acciaio
SospensioniAnt. sistema Dual McPherson, barra antirollio. Post. a ruote interconnesse con ponte torcente
SterzoA cremagliera con servosterzo
Freni4 dischi, ABS, EBD (ripartitore elettronico di frenata)
Ruote7J x 17 (optional: 7,5J x 18)
Pneumatici215/45 R 17 (optional: 215/40 R 18)
TRASMISSIONE
TrazioneAnteriore
CambioMeccanico a 6 marce + RM (optional: doppia frizione DCT a 6 marce)
DIMENSIONI E PESI
DimensioniLunghezza 4.220 mm, Larghezza 1.790 mm, altezza 1.399 mm, passo 2.650 mm. Serbatoio: 50 litri
Peso1.236 kg (con cambio DCT: 1.279 kg)
PRESTAZIONI
Velocità max.201 km/h
Accelerazione0-100 km/h in 9″7
ConsumiUrbano 8 l/100 km (DCT: 8), extraurbano 5,3 l/100 km (DCT: 5,3), misto 6,5 l/100 km (DCT: 6,4)
Emissioni148 g/km di Co2 (DCT: 137)
PREZZI
Prezzi22.100 euro (1.6 GDI Comfort), 23.700 euro (1.6 GDI Sport), 23.590 euro (1.6 GDI Comfort DCT), 25.190 euro (1.6 GDI Sport DCT)

[/wptabcontent]

[wptabtitle] ALLESTIMENTI [/wptabtitle]

[wptabcontent]

ALLESTIMENTO COMFORT
5 anni di Garanzia
Livello di emissioni a norma euro 5
Airbag a tendina
Airbag full size guidatore e passeggero
Airbag laterali
Alzacristalli elettrici anteriori e posteriori
Antifurto con radiocomando a distanza
Cambio manuale a 6 rapporti
Cerchi in lega leggera 215/45 r17
Chiusura centralizzata
Cimatizzatore automatico
Comandi audio al volante
Computer di bordo
Fendinebbia anteriori
Immobilizer system
maniglie portiere in tinta carrozzeria
Poggiatesta anteriori attivi
Presa aux + usb per collegamento ipod / mp3
Rete ferma oggetti
Ripartitore elettronico della frenata ( EBD )
Ruota di scorta di dimensioni ridotte
Sedile guidatore regolabile in altezza
Sensore pressione gomme (TPMS)
Servosterzo e volante regolabile in altezza e profondita’
Sistema audio integrato display 7″ con lettore cd + mp3
Sistema di controllo della stabilita’ (ESP)
Sistema di controllo della trazione (TCS)
Sistema di frenata anti bloccaggio (ABS)
Sistema di gestione della stabilita’ (VSM)
Specchi esterni in tinta con la carrozzeria con indicatore di direzione integrato
Specchi esterni regolabili e riscaldabili elettricamente
Spoiler posteriore
Volante e pomello cambio rivestito in pelle

ALLESTIMENTO SPORT (in aggiunta agli accessori COMFORT)
cerchi in lega leggera 215/40 r18 con inserti colorati
Cluster super vision – quadro strumenti ad alta leggibilita’
Pedaliera sportiva in alluminio
Sedile guidatore con regolazione lombare elettrica
Sedili rivestiti in pelle e tessuto
Sensori accensione e spegnimento luci
Sistema bluetooth
Specchi esterni ripiegabili elettricamente
cinque anni di garanzia / km illimitati ( secondo disposizioni casa )

ADVANCED PACK (2.300 Euro, solo per SPORT): Inserti paraurti posteriore e griglia frontale tipo “glossy black”, sistema isg “stop and go system” e ruote a basso coefficiente di rotolamento, sensori di parcheggio, pulsante di accensione “start button” con chiave intelligente, sensori accensione e spegnimento luci, sistema audio integrato con lettore cd+mp3, amplificatore esterno e subwoofer, sistema bluetooth, sistema di navigazione con display 7″

PREMIUM PACK (3.200 euro, solo per COMFORT): inserti paraurti posteriore, griglia frontale e montanti tipo “glossy black”, sensori di parcheggio con telecamera posteriore, pulsante di accensione “start button” con chiave intelligente,  sistema audio integrato con lettore cd+mp3, amplificatore esterno e subwoofer, sistema di navigazione con display 7″, tetto elettrico panoramico

[/wptabcontent]

[wptabtitle] ALBUM FOTOGRAFICO[/wptabtitle] [wptabcontent]


[/wptabcontent]

[/wptabs]

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.