Condividi

PUREZZA MECCANICA “CRISTALLINA”

La presentazione del Richard Mille RM 056 al Salone dell’Alta Orologeria di Ginevra del 2012 ha gettato le basi per la presentazione di un’evoluzione di questo sconcertante modello.

Utilizzando la proverbiale esperienza nel campo della produzione di orologi scheletrati e di componenti in cristallo di zaffiro, il marchio svizzero presenta l’RM 56-01 Sapphire Crystal, un nuovo traguardo nella sfida di Richard Mille verso i confini della tecnica orologiera.

La platina è un cristallo di zaffiro che sostiene tutto il movimento (in cristallo e titanio), meccanico a carica manuale (70 ore di riserva di carica). Questo è equipaggiato con modulo tourbillon, indicatore della riserva di marcia, indicatore della quantità di coppia (fornisce informazioni sulla tensione della molla di carica) e della funzionalità della corona. Quest’ultimo è posto a ore 4; premendo un pulsante al centro della corona si scelgono tre funzioni: W (Winding) – N (Neutral) – H (Hands).

La cassa in cristallo di zaffiro (misura 50,50 x 42,70 x 16,75 mm) è composta da tre parti ed è ricavata da un blocco unico di cristallo. Per produrre una cassa sono necessari 40 giorni di lavorazione, 24 ore su 24. Le operazioni sono affidate a un’azienda specialista in questo campo, la Stettler di Lyss. La cassa è impermeabile fino a 30 metri di profondità utilizzando guarnizioni in Nitril.

La trasparenza continua anche nel cinturino, realizzata con Aerospace nano®, un materiale mai utilizzato prima d’ora in orologeria.

L’RM 56-01 Sapphire Crystal è limitato a soli 5 esemplari.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.