Condividi

SPIRIT OF (SEX PISTOL’S) ECSTASY. SARA’ VERAMENTE IN GRADO DI PROPORRE UN’IMMAGINE SPORTIVA? ARRIVA LA ROLLS PER TRAVERSI E BURNOUT?

Rolls-Royce presenterà al Salone dell’Auto di Ginevra 2013 la nuova Wraith. Torsten Müller-Ötvös usa per lei parole forti e importanti: “sarà l’auto con il design più ardito, più potente e più performante che abbia mai avuto il prestigio di ospitare lo Spirit of Ecstasy sulla sommità del radiatore.

I punti di partenza della nuova Rolls saranno sempre quelli che negli ultimi 108 anni hanno sempre contraddistinto le auto del marchio: lusso, raffinatezza ed esclusività.

Ma questa volta il linguaggio Rolls andrà oltre per esprimersi con nuovi valori, certamente inusuali: potenza, style, sensazioni forti.

A Goodwood si alza ulteriormente il tiro affermando che la Rolls-Royce Wraith sarà la più veloce, la più “dinamica” e la più bella Rolls mai prodotta. Essa stabilirà il nuovo punto di riferimento nel settore delle vetture extra-lusso riaffermando ancora una volta il primato delle Rolls in questo segmento di mercato.

IL PERCHE’ DI UN NOME ALTISONANTE
Sono principalmente due le scelte del nome Wraith.

Innanzitutto l’omaggio alla Rolls-Royce Wraith prodotta tra il 1938 e il ’39. In secondo luogo rappresenta un omaggio alla figura di Charles Rolls, fondatore, assieme a Henry Royce, dell’azienda.

Rolls fu un personaggio leggendario, pieno di passione per l’innovazione, la tecnica e l’avventura. Fu pilota d’automobili, di dirigibili e d’aereo. Proprio quest’ultima specialità gli valse la stima e l’ammirazione di Re Giorgio V per la sua impresa:  il primo attraversamento della Manica e ritorno senza scalo.

Assieme alla Phantom e alla Ghost, la Rolls-Royce Wraith esprime la classica personalità extra lusso ma sarà espressione di una nuova immagine dinamica.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.