Condividi

HERBIE NON AVEVA BISOGNO! IL MAGGIOLINO ALLARGA I FIANCHI E SI ALZA PER DIVENTARE UNA SCANZONATA VERSIONE CROSSOVER. E’ UN PROTOTIPO MA E’ PIU’ CONCRETO DI QUANTO SI CREDA: AMBISCE ALLA PRODUZIONE. ASSETTO RIALZATO DI 50 MM, RUOTE DA 19 POLLICI, NAVIGATORE CON FUNZIONE “CERCA AMICI”, MOTORE 2 LITRI TFSI DA 210 CV. 0-100 IN 7,3 SECONDI, 227 KM/H.

Al Salone di Detroit 2014 Volkswagen lancia il Beetle Dune, la provocazione delle provocazioni.

Un modello iconico, quindi destinato a rimanere immutabile, come il Maggiolino, mai andato oltre i confini della versione chiusa e della Cabriolet, fa, in un colpo solo, un salto nel futuro anteriore e si trasforma in versione crossover: trendy su trendy.

In realtà la proposta è più concreta di quanto si possa ritenere: il Maggiolino-crossover, infatti, si presentò agli occhi del “popolo” già nel 2000. Ma, allora, la New Beetle Dune aveva un design e una personalità anche troppo futuristiche per uscire dai ranghi del puro e semplice esercizio di stile. La Beetle Dune, al contrario, pur essendo a Detroit 2014 ancora in versione prototipo, punta alla produzione in serie.

La Vw Beetle Dune, verniciato in calda tinta Arizona, esibisce assetto rialzato di 50 mm, carreggiate allargate di 29 mm, grandi ruote da 19″ con pneumatici 245/55 alloggiati entro passaruota maggiorati e protezioni sottoscocca cromate.

A una vista più attenta si nota che, rispetto al Maggiolino tradizionale, lo stile è stato aggiornato: nuovo cofano motore leggermente rialzato e nuovo paraurti con disegno inedito delle prese d’aria. In coda, invece, l’elemento più caratteristico è il portasci chiaramente ispirato a un ideale di vita attiva, dinamica.

L’interno non è meno moderno e frizzante: dash pad in tinta con la carrozzeria, sistema infotainment con schermo da 7″7 AMOLED (Active-Matrix-Oganic-LED), indicatori digitali di angolo di rollio e beccheggio, funzione ’applicazione Volkswagen Sideways nel navigatore (avvisa se nelle vicinanze ci sono degli amici), sedili in pelle in color Titanschwarz e rivestimento in  tessuto Gobi traspirante in color Ceramique chiaro.

L’originalità del progetto Beetle ha chiaramente ispirato la destinazione finale di un’auto così speciale: il sandboard o lo sand-ski, in un paesaggio dai tratti mistici.

Dal punto di vista meccanico la Beetle Dune è equipaggiata con il 4 cilindri TFSI da 210 Cv abbinato alla trazione anteriore e al cambio a doppia frizione DSG a 7 rapporti.

Volkswagen dichiara che è capace di scattare sullo 0-100 in 7″3 e raggiungere agilmente 227 km/h.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.