Condividi

Il costruttore giapponese ripropone un mito della sua storia più recente. La Honda NSX dei primissimi Anni 90 fu un vero shock per la concorrenza europea, in particolare per la Ferrari 348, improvvisamente divenuta, in un certo qual modo, “deboluccia” rispetto alla coupé nipponica.

La NSX Concept ha debuttato al NAIAS 2012 – Salone dell’Auto di Detroit, lo scorso gennaio, con le insegne Acura. A Ginevra 2012 si presenta come Honda.

Dal punto di vista meccanico è una coupé a motore posteriore – centrale, motorizzata con un 6 cilindri a V con architettura V-TEC. La novità più interessante è però la presenza di due motori elettrici sull’asse anteriore che danno moto alle ruote, creando così una trazione integrale.

Questo sistema, denominato  SH-AWD (Super Handling-All Wheel Drive), sarà presente sulla versione di serie, attesa per il 2015.

Ev-Ster: la barchetta elettrica
E’ già stata introdotta al Salone dell’Auto di Tokio di qualche mese fa. La EV-Ster è una barchetta studiata per divertire, una perfetta antagonista della Tesla Roadster: in un corpo vettura molto compatto (è lunga 357 cm), con scocca interamente in fibra di carbonio, è installato un motore elettrico da 58 kW (79 Cv). Impiega solo 5″ sullo 0-100 e tocca 160 km/h.

Con un pieno di carica (occorrono 6 ore) del suo pacco batterie al litio, garantisce un’autonomia di 200 km. Il pilota può configurare numerosi parametri del veicolo secondo le sue esigenze: sterzo (composto da due leve come una navicella spaziale), erogazione del motore e assetto.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.