Condividi

IL LUSSO DELLA GUIDA AUTONOMA. L’AUDI ICON – GUIDA AUTONOMA DI “LIVELLO 5” – IL MASSIMO E’ L’A8 DI DOMANI: LUSSUOSA, SPAZIOSA, FUNZIONALE, INDIPENDENTE.

Rispetto alla Elaine l’Audi Aicon, punta di diamante del protocollo Audi AI, rappresenta il punto più estremo della visione di Audi sul futuro della mobilità. Immagina un domani in cui la guida sarà un concetto che non ci apparterrà più e le auto saranno veicoli totalmente autonomi.

Audi immagina per la Aicon un ruolo di primo piano nel segmento F: una berlina-coupé di lusso e dimensioni possenti (lunghezza esterna 5.444 mm, larghezza 2.100 mm, altezza 1.506 mm, passo da 3.470 mm, ruote da 26″).

I volumi sono semplici: la parte preponderante del corpo vettura è assegnata all’ampio abitacolo, dotato di enormi superfici vetrate (che possono essere rese più scure per aumentare la privacy). Su frontale e posteriore scompaiono i tradizionali gruppi ottici. Al loro posto ci sono superfici digitali con display per la riproduzione di informazioni.  Con i suoi moduli di proiezione, oltre a illuminare con estrema nitidezza strada e zone limitrofe Audi Aicon proietta segnali sulla carreggiata per comunicare con l’esterno (pedoni, veicoli).

L’abitacolo è composto da due sedili, ampi e comodi e un divanetto posteriore. Mancano pedaliera e volante, sostituiti da display che circondano l’abitacolo e che provvedono alla gestione dei servizi di bordo: comunicazione, navigatore, stereo, clima ecc.

INTELLIGENZA ARTIFICIALE

PIA, l’ assistente di bordo elettronico, riconosce lo smartphone del passeggero e, appena questi è a bordo, attiva le sue impostazioni del veicolo (clima, luci interne, sedile). Egli può interagire con l’auto sia manualmente sia, utilizzando il comando vocale, sia con l’innovativo “Eye Tracking” grazie al rilevamento dello sguardo

MECCANICA

L’Audi Aicon è equipaggiata con quattro motori elettrici – uno per ruota, alimentati dal pacco batterie posizionato sul pianale. La potenza massima erogata è di 352 Cv, con 550 Nm di coppia massima. L’autonomia complessiva di marcia è compresa tra 700 e 800 chilometri. Per le operazioni di ricarica, grazie a un sistema a 800 Volt, è possibile raggiungere l’80% in 30 minuti.

Il telaio comprende 4 sospensioni pneumatiche e un complesso sistema di sensoristica che varia continuamente l’angolo di imbardata per annullare gli effetti dell’accelerazione laterale. Manca la classica componentistica dello sterzo, sostituito da un sistema di sterzatura integrale molto efficiente, che porta il diametro di sterzata a 8,5 metri nonostante il passo molto lungo.

Condividi